The Strangers: Prey at Night

 Paese      USA
 Lingua      Inglese
 Anno      2018
 Durata      85 min

The Strangers: Prey at Night è il sequel dell’horror The Strangers uscito nel 2008. Questa pellicola è uscita nelle sale italiane il 31 maggio 2018 ed è diretta da Johannes Roberts. Già nell’agosto del 2008, dopo l’uscita del primo film, si era parlato di un sequel, le cui riprese sono iniziate soltanto nel giugno del 2017.

La pellicola narra la storia di Cindy, Mike e i loro due figli Kinsey e Luke. Kinsey è una ragazza ribelle e problematica, sempre in conflitto con i propri genitori. L’unica soluzione che Cindy e Mike riescono a trovare è quella di una  breve vacanza lontano dalla città, in un villaggio fatto di prefabbricati e gestito dagli zii. La speranza è che possa tornare la serenità all’interno della famiglia. All’interno di questo villaggio, si manifestano tre persone mascherate che, senza un apparente motivo, prendono di mira i quattro protagonisti. Riusciranno a salvarsi oppure le tre persone mascherate avranno la meglio?

Rispetto al primo film uscito dieci anni fa, c’è molta più violenza, le morti sono più brutali. Avendo visto la prima pellicola, non sapevo cosa aspettarmi da questa seconda. Il rischio in questi sequel è di non riuscire a fare un film almeno sui livelli del 2008. Devo dire che questo è migliore rispetto al primo. Ho apprezzato l’utilizzo dei  jump scare. Di solito negli horror degli ultimi anni se ne abusa un pò troppo di questa tecnica, mentre invece in questa pellicola no. Il regista gli ha utilizzati bene. In questa pellicola cambia la location ma la trama rimane più o meno simile a quella di The Strangers uscito nel 2008. Certo non stiamo parlando di capolavori del cinema horror come Scream del 1996, L’esorcista del 1973, Profondo Rosso del 1975 e Suspiria del 1977 diretti entrambi da Dario Argento, solo per citarne alcuni. Comunque tra gli horror usciti negli ultimi 2/3 anni, The Strangers: Prey At Night è uno dei migliori.  Ne consiglio la visione.

Voto:3/5

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *