Oscar 2018: The Shape of Water domina con 13 nomination

Oscar 2018

Agli Oscar 2018 The Shape of Water di Gulliermo del Toro, uno dei favoriti insieme a Tre Manifesti ad Ebbing Missouri, ci arriva con ben 13 nomination. Non è detto che si aggiudichi 13 Oscar però, si aggiunge alla lista di film che hanno ricevuto più candidature. Soltanto Titanic di James Cameron del 1997 ne ha avute di più 14.  Vedremo quante riuscirà ad aggiudicarsene.

Adesso passiamo alla lista delle nomination degli Oscar 2018 in base alle varie categorie.

Miglior Film

“Chiamami con il tuo nome”

“L’ora più Buia”

“Dunkirk”

“Get Out”

“Lady Bird”

“Phantom Thread”

“The Post”

“The Shape of Water”

“Tre manifesti ad Ebbing Missouri”

Miglior attore protagonista:

Timothée Chalamet,”Chiamami col tuo nome”
Daniel Day-Lewis, “Phantom Thread”
Daniel Kaluuya, “Get Out”
Gary Oldman“L’ora più buia”
Denzel Washington “Roman J. Israel, Esq.”

Miglior attrice protagonista:

Sally Hawkins “La forma dell’acqua”
Frances McDormand “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”
Margot Robbie “I, Tonya”
Saoirse Ronan”Lady Bird”
Meryl Streep “The Post”

Miglior attore non protagonista:

Willem Dafoe ” “The Florida Project”
Woody Harrelson” “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”
Richard Jenkins” La forma dell’acqua”
Christopher Plummer” “Tutti i soldi del mondo”
Sam Rockwell” “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”

Miglior attrice non protagonista:

Mary J. Blige “Mudbound”
Allison Janney  “I, Tonya”
Lesley Manville “Phantom Thread”
Laurie Metcalf  “Lady Bird”
Octavia Spencer “La forma dell’acqua”

Miglior regista:

“Dunkirk” Christopher Nolan
“Get Out “Jordan Peele
“Lady Bird,” Greta Gerwig
“Phantom Thread” Paul Thomas Anderson
“La forma dell’acqua” Guillermo del Toro

Miglior film d’animazione:

“The Boss Baby”
“The Breadwinner”
“Coco”
“Ferdinand”
“Loving Vincent”

Miglior corto animato:

“DeKalb Elementary”
“The Eleven O’Clock”
“My Nephew Emmett”
“The Silent Child”
“Watu Wote/All of Us”

Miglior sceneggiatura non originale:

“Chiamami col tuo nome” James Ivory
“The Disaster Artist,” Scott Neustadter & Michael H. Weber
“Logan”Scott Frank & James Mangold and Michael Green
“Molly’s Game” Aaron Sorkin
“Mudbound” Virgil Williams and Dee Rees

Miglior sceneggiatura originale:

“The Big Sick” Emily V. Gordon & Kumail Nanjiani
“Get Out” Jordan Peele
“Lady Bird” Greta Gerwig
“La forma dell’acqua” Guillermo del Toro, Vanessa Taylor
“Tre manifesti a Ebbing Missouri” Martin McDonagh

Miglior fotografia:

“Blade Runner 2049” Roger Deakins
“L’ora più buia” Bruno Delbonnel
“Dunkirk” Hoyte van Hoytema
“Mudbound”Rachel Morrison
“La forma dell’acqua” Dan Laustsen

Miglior documentario:

 

 

 

The Shape of Water il film che ha conquistato la giuria alla Mostra del cinema di Venezia

The Shape of Water

 

 Paese      Usa
 Lingua      Inglese
 Anno      2017
   Durata     119 min

The Shape of Water è il nuovo film diretto da Guillermo del Toro che esce nelle sale italiane il 15 febbraio 2018. La pellicola ha vinto il Leone d’oro come miglior film alla settantaquattresima Mostra del cinema di Venezia  e i premi per la miglior regia e la miglior Colonna Sonora ai Golden Globes  che si sono svolti la settimana scorsa. Nella rassegna che precede gli Oscar il film aveva ricevuto soltanto due candidature. Nel cast di The Shape of Water anche Michael Shannon, noto al grande pubblico per film come Pearl Harbour, Bad Boys II, Animali Notturni e Batman Vs Superman: Dawn of Justice. 

The Shape of Water è ambientato nell’America degli anni ’60 in piena Guerra Fredda. La protagonista è Elisa una donna delle pulizie muta che rimane affascinata dall’incontro con una creatura metà uomo e metà pesce catturata in Sud America e trasportata in uno stabilimento scientifico di Baltimora per poterla analizzare. Nella struttura lavora anche un dottore che però è d’accordo i servizi segreti russi. Dalla sua analisi si scopre che questa creatura riesce a comunicare con le persone. Quando Elisa capisce che uno dei suoi superiori, il dispotico Strickland, ha ricevuto l’ordine di  di uccidere la “risorsa”, nome dato al mostro marino, fa di tutto per portarla via. La donna riuscirà a portarla in salvo prima che qualcuno se ne accorga? 

Guillermo del Toro con The Shape of Water torna al fantasy. In questa pellicola il regista messicano ha voluto inserire oltre al dramma anche l’aspetto sentimentale  con la storia d’amore tra la creatura marina e la donna che l’ha salvata. Vedremo se agli Oscar che si svolgeranno il 4 marzo Guillermo del Toro riuscirà a conquistare qualche premio.  Fatemi sapere nei commenti se la recensione di questa pellicola vi è piaciuta e se andrete a vederlo al cinema. 

Voto:3/5