Captain Marvel: origin story con un occhio ad Avengers End Game

 

 Paese      USA
 Lingua      Inglese
 Anno      2019
 Durata     124  min

Captain Marvel è il nuovo film Marvel diretto da Anna Boden e Ryan Fleck e uscito nei cinema italiani il 6 marzo 2019. Nel cast troviamo Brie Larson, attrice diventata famosa per pellicole come Don Jon  dove recita insieme a Scarlett Johansson, Room e Un disastro di ragazza, Samuel L. Jackson e Jude Law.

La pellicola è ambientata inizialmente nello spazio e più precisamente sul pianeta Hala, patria dei Kree nobili guerrieri da sempre in lotta con i mutaforma Skrull.  Verse viene addestrata da Yong-Rogg a combattere controllando le proprie emozioni e cercando di usare il meno possibile i suoi poteri. La suprema Intelligenza le dice che sono stati loro a fornirglieli e per questo deve servire il suo popolo. Lei però non ricorda nulla del suo passato. I suoi ricordi riaffiorano quando viene catturata dagli Skrull durante una missione della Starforce, squadra di nobili guerrieri della quale fa parte,  e sottoposta ad un interrogatorio mentale. I mutaforma stanno cercando un motore a velocità della luce costruito da una dottoressa di nome Wendy Lawson.  Riuscirà Verse a trovarlo prima che gli Skrull se ne impossessino? 

Captain Marvel è il primo film della Marvel su una eroina femminile che si discosta molto dalla Wonder Woman della DC Comics. Questa è una origin story che ci presenta un supereroe che sarà fondamentale in Avengers End Game uno degli ultimi film della fase 3 del Marvel Cinematic Universe. La seconda scena post-credit non chiarisce se ci sarà o meno un sequel visto che al momento la Marvel ha altri progetti. Brie Larson però potrebbe entrare in pianta stabile nella squadra degli Avengers. Sicuramente nei prossimi mesi ne sapremo di più sulle sorti di questo nuovo supereroe. Ho apprezzato molto come è stata applicata la CGI sul personaggio di Nick Fury interpretato da Samuel L.Jackson, la sceneggiatura e la scelta del cast. Brie Larson è stata perfetta nella parte di Captain Marvel.  Ho trovato divertenti le scene nelle quali compare il gatto Goose. 

Se anche voi siete fan dei cinecomics, di Samuel L.Jackson o Jude Law allora non potete perdervi Captain Marvel che a mio avviso è un buon film di origini su un supereroe Marvel. Uscirete dalla sala soddisfatti. 

Voto:3/5

 

 

 

Glass: per Night Shyamalan i cattivi fanno squadra

 

 Paese      USA
 Lingua     Inglese, Spagnolo
 Anno     2019
 Durata     128 minuti

Glass è il nuovo film diretto da Night Shyamalan e uscito il 17 gennaio 2019 nelle sale italiane. Nel cast oltre a Bruce Willis, James McAvoy e Samuel L.Jackson c’è anche Anya-Taylor- Joy la ragazza che in Split venne rapita insieme alle sue amiche.

Il  vigilante David Dunn è sulle tracce di Kevin Wendell Crumb, ragazzo dotato di un disturbo dissociativo dell’identità e nel quale convivono diverse personalità, soprannominato “l’Orda” che ha rapito quattro cheerleadres. Una volta liberate inizia  a combattere contro la “Bestia” una delle personalità di Kevin.  Poi però i due contendenti vengono catturati dalle autorità locali e rinchiusi in un ospedale psichiatrico. All’interno della struttura si trova anche Elijah Price, nemico di David, noto anche come Mr Glass e Ellie Stapple, la dottoressa che ha preso in esame i casi dei tre pazienti. Riuscirà a convincere Price, Dunn e Crumb che non sono dei supereroi?

Nonostante Glass non sia stato uno dei migliori film diretti da Night Shyamalan mi sento di consigliarvelo. Di questo lungometraggio ho apprezzato la trama, con la scelta di introdurre la psicoanalizzazione  di questi presunti supereroi e anche la scelta di introdurre personaggi secondari come Joseph Dunn, figlio di David, Casey Cooke l’unica sopravvissuta al rapimento da parte di Kevin e la madre di Elijah Price.  Il regista di Glass Night Shyamalan ha deciso di richiamare per il ruolo di Joseph lo stesso attore che aveva interpretato il bambino di Bruce Willis in Unbreakable- Il predestinato del 2000.  Quello che mi è piaciuto di meno è stato il finale. Lo immaginavo diverso. Comunque Night Shyamalan  ha voluto far capire che non c’è spazio per un altro sequel con protagonisti Elijah, David e Kevin.

Nella pellicola troviamo anche un piccolo cameo da parte del regista.  Comunque già dalla scena finale di Split si capiva che ci sarebbe stato un sequel.  La maggior parte dei critici hanno detto che nella pellicola c’era poca azione rispetto alle attese e che la parte centrale era un pò noiosa. Se siete fan di Night Shyamalan, Bruce Willis o di Samuel L. Jackson  non potete perdervelo.

Voto:3/5

 

 

Come ti ammazzo il bodyguard

 Paese    USA
 Lingua    Inglese
 Anno    2017
 Durata    118 min

Come ti ammazzo il bodyguard è la nuova action commedy uscita nelle sale italiane il 5 ottobre e diretta da Patrick Huges. Nel cast del film oltre a Ryan Reynolds e Samuel L.Jackson anche Gary Oldman nella parte del dittatore bielorusso Vladislav Dukhovich e Salma Hayek nella parte di Sonia, la moglie del sicario Darius Kincaid. 

Il protagonista della pellicola è Michael Bryce una guardia del corpo da tripla A. La sua vita scorre tranquilla fino a quando il suo cliente giapponese viene ucciso da un cecchino. Da quel momento cambia tutto, in quanto viene declassato a semplice guardia del corpo. Nel frattempo Darius Kinckeid viene prelevato dalla sua cella per testimoniale all’Aja contro il dittatore Vladislav Dukhovich che si è macchiato di crimini contro l’umanità.  Per scortarlo fino in Olanda  è stata chiamata la giovane agente dell’Interpol Amelia Roussel. Qualcosa durante il tragitto va storto e la ragazza è costretta a chiamare il suo ex Michael. Sarà lui a scortare il killer Daius Kincard fino in Olanda. I due riusciranno ad andare d’accordo mettendo da parte vecchi rancori  ed arrivare in tempo al tribunale dell’Aja? 

In questa action commedy Ryan Reynolds e Samuel L.Jackson si trovano a proprio agio con i loro personaggi. Il bodyguard è quello più serio, mentre il sicario dall’insulto facile è insospettabilmente quello che affronta la cosa con ironia. Darius Kincaid si fa prendere dall’istinto senza badare alla conseguenze. Ho apprezzato molto le scene action tra i canali della città di Amsterdam. Che sia nata una nuova coppia comica? Staremo a vedere.  La pellicola non annoia riuscendo a coinvolgere lo spettatore nelle due ore di durata.  Nel film c’è anche un riferimento a “Bodyguard”, campione di incassi nel 1992. Nella locandina della pellicola Ryan Reynolds prende in braccio Samuel L.Jackson, così come Kevin Costner fece con la grande Whitney Houston. Un altro riferimento è l’introduzione di una delle canzoni più famose della cantante afroamericana “I Will Always  Love You”.  Nella pellicola troviamo anche una divertente scena con Samuel L. Jackson che canta una canzone della tradizione popolare italiana. 

Se siete fan di Ryan Reynolds e Samuel L.Jackson o del genere action commedy questo è il film che fa per voi. In questa pellicola c’è il giusto mix tra azione e commedia. Negli Usa il film è stato accolto negativamente dalla critica. Se non lo avete ancora visto al cinema, vedete se c’è una sala che lo trasmette ancora e andatelo a vedere. Ne vale la pena. 

Voto 3/5

 

 

 

M Night Shyamalan pronto a dirigere il seguito di Split

M Night Shyamalan

M Night Shyamalan pronto a dirigere il seguito di Split. Il film che uscirà nelle sale americane ed europee nel 2019 avrà un cast formato da James McAvoy, Samuel L.Jackson, Bruce Willis  e Ania Taylor-Joy. In questo sequel M Night Shyamalan ha deciso di inserire anche David Dunn e il cattivo sulla sedia a rotella Elaja Price soprannominato Mr Glass, protagonisti di Unbreakable. Ecco spiegato il motivo del cameo del breve cameo di Bruce Willis nella scena finale di Split che potrebbe essere candidato agli Oscar del 2018.

Dopo la conclusione di Split, Glass mostra Dunn all’inseguimento di Crumb la Bestia, in una serie di incontri sempre più ravvicinati, mentre l’oscura presenza di Price emerge come orchestratore che detiene segreti critici per entrambi gli uomini.

Quindi possiamo dire che M Night Shyamalan ha deciso di unire Unbreakable e Split. Comunque quello in uscita tra due anni dovrebbe essere l’ultimo capitolo della trilogia. Le premesse di un film migliore di quello uscito nel 2016 ci sono tutte vedendo anche la composizione del cast. Per avere qualche notizia in più su una delle pellicole più attese del 2019 bisogna aspettare i prossimi mesi.

Intanto i fan di James McAvoy possono andarlo a vedere al cinema  visto che in questi giorni è in programmazione nelle sale italiane l’action spionistico Atomica Bionda.  Bruce Willis lo vedremo nei prossimi mesi in almeno quattro pellicole tutte action. Quindi possiamo dire per l’attore americano il 2017 è stato bello impegnativo. Samuel L.Jackson invece lo vedremo al cinema nel mese di ottobre nell’action Come ti ammazzo il Bodyguard e nel 2018 nel nuovo capitolo degli Avengers, Infinity War.  Mr Night Shyamalan con Split e The Visit del 2015 è tornato alla grande. Tra il 2006 e il 2013 con i film Lady in the Water, E venne il giorno, L’ultimo dominatore dell’aria e After Earth che è stato un grande insuccesso non solo di pubblico ma anche da parte della critica americana. Tutti i fans del regista americano di origine indiana sperano che con la prossima pellicola non ritorni ai livelli del 2006. 

 

 

 

Quentin Tarantino pronto ad un ritorno grande stile

quentin tarantino

Quentin Tarantino è pronto a stupire i suoi fans nel prossimo film. La pellicola ora è in fase di sceneggiatura. Secondo alcune indiscrezioni riportate dall’Hollywood Reporter, la nuova pellicola del regista di capolavori come Le Iene, Pulp Fiction e Kill Bill, solo per citarne alcuni, dovrebbe incentrarsi sulla controversa figura di Charles Manson, un uomo che tra gli anni 60 e 70 attraverso la sua setta satanica, ha compiuto atroci omicidi. Tra questi c’è anche quello di Sharon Tate nel 1969. L’attrice, moglie del regista Roman Polanski, era all’ottavo mese di gravidanza. Il regista americano aveva dichiarato che Heatful Height sarebbe stato il suo ultimo film, salvo poi ritornare sui suoi passi. Alcuni dicono che arrivato a quota 10 film potrebbe dire basta con il mondo del cinema. Sarà vero? Comunque per lui sarebbe una prima volta. In 25 anni di carriera non ha mai diretto una pellicola basata su una storia vera. 

Le riprese del film dovrebbero iniziare nell’estate del 2018, con l’uscita nelle sale americane ed europee nel 2019. Il periodo non è stato scelto a caso visto che nell’agosto del 1969 avvenne l’omicidio della moglie di Roman Polanski. Si vocifera che Quentin Tarantino stia pensando ad un cast di primo livello per la pellicola. I nomi usciti in questi giorni sono quelli di Brad Pitt che è stato diretto dal regista del Tennessee in Bastardi senza Gloria, Jennifer Lawrence, al lungo presa in considerazione per il ruolo di Daisy in The Hateful Height, e Margot Robbie.  Ci sarà una parte anche per il fedelissimo Samuel L.Jackson? Al momento non c’è dato saperlo. Per avere qualche notizia in più sulla trama e il resto del cast bisognerà aspettare l’inizio delle riprese. 

Quentin Tarantino ha sempre puntato a stupire il suo pubblico, fin dal suo esordio dietro la macchina da presa con il film Le Iene del 1992.  Solo qualche piccola anticipazione su cast e trama ha già mandato in visibilio i numerosissimi fan del regista americano.