Il Diurno Blade pronto a sbarcare nel Marvel Cinematic Universe

Vi ricordate di Blade, la trilogia con protagonista l’attore afroamericano Wesley Snipes arrivata al cinema tra il 1998 e il 2004? E’ stato annunciato al San Diego Comic Con, un reboot da parte della Marvel. Purtroppo il ritorno sul grande schermo non sarà così immediato. Tutti i fan Marvel pensavano che Blade potesse far parte della fase 4 del Marvel Cinematic Universe.

Kevin Feige, produttore e presidente dei Marvel Studios, ha dichiarato che il “Diurno” reso famoso da Wesley Snipes  potrebbe far parte della fase 5, nonostante ci stiano lavorando da un pò e siano a buon punto.  L’unica cosa che sappiamo è che Blade potrebbe essere interpretato dal premio Oscar Mahershala Ali. Non sarebbe la prima volta che lavora con la Marvel visto che è apparso nelle vesti di Cornel Stokes alias “Cottonmauth” nella prima stagione della serie Luke Cage trasmessa dalla piattaforma streaming Netflix. Cosa ne penserà di questa cosa Wesley Snipes che lo ha interpretato per ben 3 film? L’ultima apparizione del Diurno della Marvel sul grande schermo fu nel 2004 con Blade Trinity. In questa pellicola erano presenti anche Jessica Biel, diventata famosa in tv per la serie Settimo cielo e al cinema l’anno prima con l’horror Non aprite quella porta remake dell’omonimo film del 1974, e Ryan Reynolds attore ancora poco conosciuto dal grande pubblico.

Il personaggio di Blade è stato creato nel 1973 da Marvel Wolfman e Gene Colman. La sua prima apparizione è stata nella serie Tomb of Dracula volume 1 numero 10 del 1973.  In Italia invece il personaggio è arrivato nel 1975 nella serie Gli albi dei Super-Eroi n.49.   Comunque diciamo che il Panel della Marvel al San Diego Comic Con 2019 ha messo molta carne al fuoco.  Si vociferava già da qualche anno che la Marvel voleva portare all’interno del Marvel Cinematic Universe il personaggio di Blade. Ora sembra che il reboot sul personaggio si farà, come annunciato anche da Kevin Feige.

I fan del Diurno interpretato da Wesley Snipes nei primi 3 film della saga però dovranno pazientare ancora. Nei prossimi mesi forse ne sapremo di più su questo reboot.

 

X-Men Dark Phoenix: cala il sipario sulla saga dei mutanti targata Fox

 Paese      USA
 Lingua      Inglese
 Anno     2019
 Durata     113 minuti

X-Men Dark Phoenix diretto da Simon Kindberg e uscito nelle sale italiane il 6 giugno 2019, è il dodicesimo film della saga sui mutanti targata Fox. Nel cast oltre a James McAvoy, Jennifer Lawrence e Michael Fassbender troviamo la new-entry Sophie Turner, conosciuta al grande pubblico per il ruolo di Sansa Stark nella serie Il Trono di Spade, nel ruolo di Jean Grey.

Questo capitolo finale della saga Fox si concentra proprio sul personaggio di Jean Grey. I primi minuti della pellicola sono ambientati negli anni ’70 quando la mutante è solo una bambina e non ha ancora ben compreso cosa le sta succedendo e come controllare il suo potere. Una volta cresciuta si unisce alla squadra degli X-Men per alcune missioni un pò rischiose. Insieme a lei ci sono i veterani Raven, Tempesta, Scott, Quicksilver, Hank  e Kurt.  Grazie al professore Charles Xavier Jean è stata accolta nella sua nuova famiglia. Le cose stanno per cambiare e la mutante si troverà a fare scelte difficili mettendosi contro anche gli stessi compagni di squadra. Riusciranno il professore Xavier, Raven, Hank, Quicksilver, Kurt, Tempesta, ma soprattutto Scott, il ragazzo del quale si è innamorata, a farla ragionare e riportarla sulla retta via?

X-Men Dark Phoenix è il capitolo conclusivo di una saga iniziata ben 19 anni fa. a differenza di X-Men Apocalisse questo film è ambientato negli anni ’90.  Da alcuni mesi anche i mutanti della Fox sono passati nelle mani della Marvel che deve solo decidere quando introdurli ufficialmente nel Marvel Cinematic Universe.  Secondo le ultime notizie circolate in rete, dovrebbe esserci un reboot di tutti gli X-Men tranne Deadpool. Per la gioia dei fans, il mercenario chiacchierone sarà ancora interpretato da Ryan Reynolds. Al momento secondo alcune voci, non dovrebbero esserci in programma nell’immediato, film sugli X-Men nel Marvel Cinematic Universe.

Questa è stata una degna conclusione della saga. Le mie aspettative per X-men Dark Phoenix sono state ben ripagate. Non sono uscito dalla sala deluso. Ho apprezzato la trama e la sceneggiatura. Se siete fan di James McAvoy, Jennifer Lawrence o Michael Fassbender o siete solo curiosi di vedere come si comporterà l’attrice Sophie Turner nel suo primo cinecomics, allora è il film giusto per voi.

Voto:3,5/5

 

 

Avengers EndGame: la battaglia finale per le gemme dell’infinito

 Paese      USA
 Lingua     Inglese
 Anno      2019
 Durata     181 minuti

Avengers Endgame, film uscito il 24 aprile 2019 e diretto dai fratelli Russo, è la pellicola che conclude questi primi 11 anni di Marvel Cinematic Universe. La pellicola conclude anche la saga legata al mondo degli Avengers. Tutti i film usciti finora, a partire da Iron Man del 2008, sono stati realizzati per arrivare a questo risultato finale.

Come tutti ben sapranno nella parte finale di Avengers Infinity War metà della popolazione è stata decimata. In una delle scene finali si vede Nick Fury, interpretato da Samuel L. Jackson, mandare un messaggio a Captain Marvel che in Avengers Endgame arriva in soccorso di un gruppo di Avengers afflitto dalla perdita dei loro cari.  La prima parte è un’elaborazione del lutto, con Captain America e Natasha Romanoff che non riescono ad andare avanti e lasciarsi il passato alle spalle. Tra i sopravvissuti troviamo anche Hulk, Iron Man, Thor, Nebula, Falcon e Rocket Raccon.

I fratelli Antony e Joe Russo con questa pellicola danno l’addio ad alcuni dei supereroi che abbiamo visto finora nel Marvel Cinematic Universe.  La Marvel ha comunque annunciato che la fase 3  si concluderà con la pellicola Spiderman Far form Home in arrivo nei cinema a Giugno. Difficilmente vedremo una nuova pellicola sugli Avengers nel breve periodo. A mio avviso usciranno prima dei film sui Fantastici 4 e gli X-Men.

Kevin Feige presidente dei Marvel Studios ha dichiarato che la fase 4 avrà una durata di 5 anni.  Tra i film che entreranno a far parte di questa nuova fase sicuramente ci sarà quello su Vedova NeraGuardiani della Galassia 3 e tra i supereroi meno conosciuti, quelli sugli Eterni e Shang-Li.  Comunque solo al Comic-Con di Agosto Kevin Feige svelerà tutti i film che entreranno a far parte della fase 4 del Marvel Cinematic Universe.  Con Dark Phoenix verrà messa la parola fine alla saga sugli X-Men della Twenty Century Fox.

Voto: 4/5

 

 

I supereroi Fox pronti allo sbarco nel Marvel Cinematic Universe

Marvel Cinematic Universe

I supereroi Fox sono pronti a sbarcare nel Marvel Cinematic Universe. La notizia circolava in rete già da qualche mese. Ora pare che con il nuovo anno l’accordo tra Disney e Fox possa essere messo nero su bianco.  Kevin Feige capo dei Marvel Studios in un’intervista a Variety, a proposito dell’ingresso di nuovi personaggi, ha dichiarato:”E’ una possibilità promettente e potrebbe accadere nei primi mesi del nuovo anno. La nozione di ritorno a casa di personaggi amati è  grandiosa. E’ bello quando una compagnia che ha creato tutti questi personaggi può accedere al proprio universo nella sua totalità, anzi, è strano pensare di non poterlo fare. Ma per quanto riguarda la vera e propria  pianificazione di come succederà, non abbiamo ancora cominciato“.  Possiamo dire una Disney pigliatutto. 

L’ingresso nel Marvel Cinematic Universe potrebbe giovare anche ai Fantastici Quattro, caduti nel dimenticatoio dopo Fantastic Four del 2015. Forse la Marvel potrebbe convincere Chris Evans a riprendere il ruolo della Torcia Umana.  Staremo a vedere.  L’uscita di Dark Phoenix e New Mutants, due cinecomics sugli X-Men  al momento non sembra in dubbio. Nei prossimi mesi sapremo quando inizieranno le riprese.  Non sarà facile integrare questi nuovi personaggi in un universo così grande come quello Marvel. Dopo Avengers End Game molti attori  lasceranno il Marvel Cinematic Universe. Kevin Feige capo dei Marvel Studios non ha ancora spiegato se ci sarà un reboot di Captain America, Iron Man. 

Quindi da aprile  ci sarà un nuovo inizio per il Marvel Cinematic Universe. L’inizio della Fase 4 è sempre più vicina. I film con arrivo in sala previsto per il 2020 sono Doctor Strange 2 con Benedict Cumberbatch, Gli Eterni creati nel 1976 da Jack Kirby,  che sono una razza di antichi esseri umani manipolati geneticamente dai Celestiali  e Vedova Nera con Scarlett Johansson. Di un suo possibile film da solista se ne era già parlato quando apparve per la prima volta come agente dello S.H.I.E.L.D. in Iron Man 2 del 2010. 

 

 

 

L’attesa è finita: il trailer di Avengers 4 è finalmente online

Finalmente l’attesa è finita. Da circa un’ora è online il trailer di Avengers 4.  I fan del Marvel Cinematic Universe lo aspettavano da mesi. I fratelli Russo, registi di questo quarto capitolo, ci hanno svelato anche il titolo. Si chiamerà End Game.

In questa pellicola non solo ci saranno degli addii ma anche  new entry e ritorni.  Questo primo trailer ci mostra poco sulle avventure del gruppo di supereroi in questo quarto capitolo.  La Marvel ci fa capire che ci sarà il ritorno di Jeremy Renner non più nei panni di Occhio di Falco ma nelle vesti di Ronin. Alla fine fa anche capolino il personaggio di Ant-Man, entrato per la prima volta in scena all’interno del Marvel Cinematic Universe nel film Captain America Civil War.

Clint Barton nelle vesti di Ronin fa la sua prima apparizione nell’albo New Avengers 11 del 2005. Ha combattuto anche al fianco di Luke Cage fino a quando il Superhero Registration Act non è stato revocato portando alla fine del “Dark Reign” di Norman Osborn.  Diventa successivamente Occhio di Falco, in seguito ad un’esperienza surreale e traumatica.  In questo film si ipotizza che Clint Barton sia diventato Ronin in seguito ad un altro evento traumatico, la morte della sua famiglia per mano di Thanos.  Visto che in rete non ci sono notizie sulla trama, non sappiamo se questo è il reale motivo. 

Avengers: End Game sarà la pellicola più lunga di tutto il MCU, con la durata record di 180 minuti. I registi hanno dichiarato che sarà ancora più spettacolare. Come anticipato nella scena post-credit di Avengers:Infinity War, ci sarà Capitan Marvel chiamata in causa da Nick Fury prima della sua sparizione. La nuova eroina di casa Marvel farà il suo debutto con un’avventura in solitaria nel mese di Marzo. Sempre secondo alcune ipotesi, Capitan Marvel in tutto questo tempo è stata impegnata a combattere una battaglia più importante.  Nei prossimi mesi, con l’avvicinarsi dell’uscita in sala e del trailer finale sapremo qualcosa riguardo alla trama. 

 

 

Avengers Infinity War : 10 anni di Marvel Cinematic Universe

 Paese      USA
 Lingua      Inglese
 Anno      2018
 Durata     149 min

Avengers Infinity War è un film diretto dai fratelli  Anthony e Joe Russo e uscito nelle sale italiane il 25 aprile. Questa è la pellicola conclusiva dei primi 10 anni del Marvel Cinematic Universe.  Nel cast della pellicola ritroviamo Chris Evans che non vedevamo sugli schermi cinematografici da Captain America Civil War, Mark Ruffalo nei panni di Hulk e Chris Hemsworth nei panni di Thor lasciati inspiegabilmente fuori dal terzo e ultimo film su Steven Rogers.

In Avengers Infinity War la minaccia si chiama Thanos, uno dei villain più potenti del Marvel Cinematic Universe, proveniente da Titano.  Gli Avengers con il supporto di Black Panter, Doctor Strange e I Guardiani della Galassia dovranno evitare che venga in possesso di tutte e sei le gemme dell’infinito. La battaglia avverrà su tre zone diverse. Nello spazio, sulla terra e nel Wakanda. Ritroveremo il super tecnologico Stato dell’Africa, con il suo sovrano T’Challa.  Da questo film è stato inserito come membro del team degli Avengers anche il giovane Spiderman. In aiuto del team di supereroi viene chiamato anche Doctor Strange. Nel caso Thanos dovesse recuperarle tutte, potrebbe spazzare via metà della popolazione della terra, con il solo schiocco delle dita. Riusciranno i supereroi Marvel ad evitare tutto questo? La battaglia con il potente Tanos porterà a delle perdite?

Per Avengers Infinity War, la pellicola che comprende tutti i supereroi arrivati al cinema in questi 10 anni di Marvel Cinematic Universe, la Marvel non poteva che scegliere il più potente tra i villain. Ce ne hanno messo di tempo, ma alla  fine ne hanno collezionato uno come si deve,  a mio avviso il migliore della Marvel. Questo rimane il miglior cinecomics non solo del 2018 ma anche dei primi 10 anni di Marvel Cinematic Universe. Ho apprezzato la trama e anche la caratterizzazione dei personaggi, in particolare quello di Gamora. Nel corso della pellicola scopriamo le sue origini e anche il suo collegamento con il supercriminale Tanos. Di tutti i personaggi Marvel presenti nella pellicola, Black Panter è quello che mi è piaciuto di meno. Sembrava un pò sottotono rispetto al film sul suo personaggio uscito nel mese di febbraio.

Se siete fan del Marvel Cinematic Universe o dei fumetti sui supereroi, allora non potete perdervi Avengers Infinity War. Uscirete dalla sala soddisfatti.  Per vedere cosa ci riserverà il quarto capitolo cinematografico sugli Avengers, bisognerà aspettare il 2019.  Comunque la scena post credits potrebbe dare una piccola  anticipazione.

Voto:5/5

 

 

 

La pantera nera del Wakanda sbarca nel Marvel Cinematic Universe

Wakanda

 Paese      Usa
 Lingua      Inglese
 Anno     2018
 Durata      134 min

Black Panter è il nuovo film Marvel diretto da Ryan Coogler, noto al grande pubblico per la regia di Creed Nato per Combattere, e uscito il 14 febbraio 2018. Nel cast oltre a Chadwick Boseman, c’erano anche Michael B. Jordan, il premio Oscar Forest Whitaker, Martin Freeman, noto al grande pubblico per il ruolo di John Watson nella serie tv Sherlock,  e infine Daniel Kaluuya, nominato recente come miglior attore agli Oscar 2018 per l’horror Scappa Get Out.

Per chi non avesse visto Captain America Civil War e fosse a digiuno di informazioni, Black Panter è un personaggio dei fumetti creato da quel genio di Stan Lee. La sua prima apparizione fu nel luglio del 1966 nell’albo n.52 di Fantastic Four (Vol 1).  Come Pantera Nera T’Challa ha ingerito l’Erba a Foglia di Cuore che gli conferisce forza, aglità, velocità, riflessi, resistenza sovrannaturale e la possibilità di guarire più rapidamente rispetto ad una persona comune. 

Il protagonista di Black Panter è il principe T’Challa che torna nello stato africano  del Wakanda. Dopo la morte del padre, sta per essere incoronata re. Al suo fianco non avrà una regina, visto che la sua ex Nakia vuole seguire dei progetti umanitari al di fuori della nazione. Per le altre nazioni il Wakanda è privo di risorse e speranze, ma in realtà è molto avanzato dal punto di vista tecnologico grazie alla presenza del vibranio, un minerale alieno dalle enormi potenzialità. Un vecchio nemico di nome Ulysses Klaue e un segreto celato per moltissimo tempo, potrebbero rappresentare due nuove minacce per il popolo wakandiano. Solo il nuovo re T’Challa può rimettere le cose a posto e riportare il Wakanda in pace.

Immancabile in questa pellicola sul primo supereroe africano della Marvel, il cameo di Stan Lee e la scena post credits.  Ho apprezzato il fatto che in questo cinecomics il cast sia quasi interamente composto da attori afroamericani. In attesa di Avengers Infinity War, in arrivo nelle sale italiane il 25 aprile, Black Panter è a mio avviso il miglior film prodotto dalla Marvel. Scrivetemi nei commenti se lo avete già visto o lo andrete a vedere nei prossimi giorni e cosa ne pensate di questo supereroe Marvel proveniente dal continente africano. 

Voto:3,5/5

 

 

 

Spider-Man:Homecoming

Spider-Man Homecoming

 Paese    USA
 Lingua    Inglese
 Anno    2017
 Durata    133 min

Spider- Man:Homecoming è il nuovo cinecomics della Marvel diretto da Jon Watts. Il film è uscito nelle sale italiane il 6 luglio 2017 mentre negli Usa il 7 luglio. Nel cast oltre a Tom Holland nei panni del protagonista, ci sono anche Robert Downey Jr che torna ad interpretare Tony Starks e Michael Keaton questa volta dalla parte dei cattivi.

Il protagonista di questa pellicola è un Peter Parker quindicenne che la mattina veste i panni dello studente in una High School newyorkese. Nei primi minuti della pellicola Jon Watts ci mostra dei video diari fatti da Peter Parker durante lo scontro con Captain America, Occhio di Falco. La sua ambizione è entrare a far parte degli Avengers. La sua vita scorre tranquilla, come un normale adolescente.Quando Tony Stark gli dona un costume da Spider-Man supertecnologico, la vita del supereroe inizia a prendere forma. Iron Man il suo mentore, non vuole che si esponga a grossi rischi e che rimanga soltanto un “amichevole Spider-Man di quartiere”, ma quando la minaccia dell’Avvoltoio si fa più seria Peter decide di intervenire. Pur di mettere fine ai diabolici piani del suo acerrimo nemico, non solo salta la scuola ma anche un’importante gara a livello nazionale che i compagni di classe riescono comunque a vincere.  Peter vuole a tutti i costi impressionare Tony Stark, l’unico che ha creduto in lui. Riuscirà a mantenere segreta la sua identità e allontanare la minaccia dell’Avvoltoio?

In questa pellicola abbiamo visto la terza versione di Spider-Man che per la prima volta entra a far parte del Marvel Cinematic Universe. Rispetto agli altri due interpretati da Tobie Maguire e Andrew Garfield l’azione viene mischiata all’ironia.

Consiglio la visione di Spider-Man Homecoming anche a chi non è amante dei cinecomics Marvel. Non ve ne pentirete. Alla fine anche voi amerete lo Spider-Man interpretato da Tom Holland. Comunque non abbiate paura, il giovane Uomo Ragno lo potremo ritrovare nella terza pellicola sugli Avengers dal titolo Avengers Infinity War in uscita nel 2018 e nel sequel Spider-Man: Homecoming 2  in uscita nel 2019.

Voto 3/5