Un giorno di pioggia a New York: il ritorno al cinema di Woody Allen

 

 

 

 

 Paese    USA
 Lingua     Inglese
 Anno    2019
 Durata    92 minuti

Un giorno di pioggia a New York è il nuovo film diretto da Woody Allen. La pellicola è uscita nelle sale italiane il 28 ottobre 2019. Nel cast troviamo Timothèe Chalamet, Elle Fanning, nota per le sue interpretazioni in pellicole come Daisy da bambina in Il curioso caso di Benjamin Button, Cleo in Somewhere di Sofia Coppola  e  la principessa Aurora in Maleficent, Selena Gomez e Jude Law.

I protagonisti sono Gatsby e Ashleigh una coppia di giovani studenti che decidono di trascorrere un weekend a New York. Lui nella Grande Mela ci è nato e vuole mostrare alla sua fidanzata i luoghi che prediligeva da adolescente. Ashleigh è un’aspirante giornalista che è riuscita ad ottenere, attraverso il giornale del college nel quale studia, un’ intervista  con il regista Roland Polland. Il weekend che Gatsby aveva progettato di passare con la sua fidanzata non va secondo i suoi piani.  La sua fidanzata è talmente presa da questa intervista e da quello che potrà scrivere al suo ritorno da New York che quasi si dimentica di avere un fidanzato che la ama. Lui invece vaga per la città senza una meta ben precisa, in attesa che Ashleigh ritorni in albergo. Durante le sue passeggiate Gatsby fa degli incontri inaspettati che cambiano la sua vita.

Un giorno di pioggia a New York è una brillante commedia. Di questa pellicola ho apprezzato il cast e anche la sceneggiatura fatta di battute taglienti e dialoghi divertenti pieni di equivoci. Grandi interpretazioni per Elle Fanning e Timothèe Chalamet che hanno surclassato anche quella di un veterano del cinema hollywoodiano come Jude Law. Sorpresa positiva è stata l’interpretazione di Selena Gomez che finora è stata apprezzata più per le sue doti canore che per quelle recitative.  In questo film ritroviamo due facce della città di New York: le case degli artisti che vogliono arrivare in cima e quelle degli altolocati che vogliono vivere una vita basata sull’apparenza.  Un giorno di pioggia a New York ha avuto una distribuzione travagliata. Dopo le accuse di molestie rivolte a Woody Allen per fatti successi 25 anni fa, gli Amazon Studios hanno deciso di abbandonare il film e quindi al momento non sappiamo se verrà proiettato nei cinema americani.  Grazie alla Lucky Red la pellicola è riuscita ad arrivare nel nostro paese.

Consiglio la visione di Un giorno di pioggia a New York anche a chi è fan di Elle Fanning, Timothèe Chalamet o Jude Law e ha sempre amato i film di Woody Allen sia con ambientazione negli USA che in Europa. Uscirete dalla sala soddisfatti.

Voto:3,5/5

 

 

Captain Marvel: origin story con un occhio ad Avengers End Game

 

 Paese      USA
 Lingua      Inglese
 Anno      2019
 Durata     124  min

Captain Marvel è il nuovo film Marvel diretto da Anna Boden e Ryan Fleck e uscito nei cinema italiani il 6 marzo 2019. Nel cast troviamo Brie Larson, attrice diventata famosa per pellicole come Don Jon  dove recita insieme a Scarlett Johansson, Room e Un disastro di ragazza, Samuel L. Jackson e Jude Law.

La pellicola è ambientata inizialmente nello spazio e più precisamente sul pianeta Hala, patria dei Kree nobili guerrieri da sempre in lotta con i mutaforma Skrull.  Verse viene addestrata da Yong-Rogg a combattere controllando le proprie emozioni e cercando di usare il meno possibile i suoi poteri. La suprema Intelligenza le dice che sono stati loro a fornirglieli e per questo deve servire il suo popolo. Lei però non ricorda nulla del suo passato. I suoi ricordi riaffiorano quando viene catturata dagli Skrull durante una missione della Starforce, squadra di nobili guerrieri della quale fa parte,  e sottoposta ad un interrogatorio mentale. I mutaforma stanno cercando un motore a velocità della luce costruito da una dottoressa di nome Wendy Lawson.  Riuscirà Verse a trovarlo prima che gli Skrull se ne impossessino? 

Captain Marvel è il primo film della Marvel su una eroina femminile che si discosta molto dalla Wonder Woman della DC Comics. Questa è una origin story che ci presenta un supereroe che sarà fondamentale in Avengers End Game uno degli ultimi film della fase 3 del Marvel Cinematic Universe. La seconda scena post-credit non chiarisce se ci sarà o meno un sequel visto che al momento la Marvel ha altri progetti. Brie Larson però potrebbe entrare in pianta stabile nella squadra degli Avengers. Sicuramente nei prossimi mesi ne sapremo di più sulle sorti di questo nuovo supereroe. Ho apprezzato molto come è stata applicata la CGI sul personaggio di Nick Fury interpretato da Samuel L.Jackson, la sceneggiatura e la scelta del cast. Brie Larson è stata perfetta nella parte di Captain Marvel.  Ho trovato divertenti le scene nelle quali compare il gatto Goose. 

Se anche voi siete fan dei cinecomics, di Samuel L.Jackson o Jude Law allora non potete perdervi Captain Marvel che a mio avviso è un buon film di origini su un supereroe Marvel. Uscirete dalla sala soddisfatti. 

Voto:3/5

 

 

 

Robert Downey Jr e Jude Law di nuovo sul set per Sherlock Holmes 3

Finalmente Sherlock Holmes avrà un terzo capitolo cinematografico. L’epilogo del secondo film Sherlock Holmes-Gioco di Ombre uscito nel 2011 aveva fatto presagire che ci potesse essere un terzo capitolo. Nei mesi successivi all’uscita di questa seconda pellicola nelle sale di tutto il mondo si era parlato di un possibile terzo capitolo meno action e più investigativo, in pratica sullo stile di Assassinio sull’Orient Express uscito a novembre 2017. Poi però per 7 anni non sono più uscite notizie sul terzo capitolo dei film sul detective più famoso della letteratura inglese.

Gli unici dettagli sono la data di uscita della pellicola prevista per il 25 dicembre 2020 e la conferma di Robert Downey Jr e Jude Law.  Al momento non sappiamo se verrà riconfermato alla regia Guy Ritchie.  Il primo film aveva incassato 524 milioni di dollari mentre il secondo 545,24 milioni. Vedremo se il terzo riuscirà a superare o almeno eguagliare gli incassi raggiunti dalle prime due pellicole.  Al momento, visto che mancano due anni all’uscita nelle sale, non ci sono altri dettagli. Quindi dovremmo aspettare ancora un pò per sapere chi si aggiungerà al cast, quando inizieranno le riprese e come si svolgerà la trama.  Siccome non è stato ancora specificato, la data dell’uscita del 25 dicembre 2020 dovrebbe riguardare tutte le  sale di tutto il mondo.  Non sappiamo neanche se il film avrà un tono più investigativo come si diceva qualche anno fa oppure continuerà sulla falsa riga dei primi due.

I milioni di fan di Robert Downey Jr e Jude Law sparsi per il mondo sono già in visibilio. Grazie alla Warner Bros, durante le vacanze di natale del 2020 avremo qualcos’altro da vedere al cinema oltre ai soliti cinepanettoni italiani e ai film disney o pixar. Già il fatto che abbiano confermato Robert Downey Jr e Jude Law all’interno del cast ci fa capire che la pellicola sarà un successo. Forse nei prossimi mesi sapremo se questo sarà il capitolo conclusivo oppure se la Warner ha in cantiere un quarto film sull’investigatore più famoso della Gran Bretagna.

 

 

King Artur il potere della spada

 Paese    USA
 Lingua    Inglese
 Anno    2017
 Durata   126 min

 

King Arthur il potere della Spada è un film diretto da Guy Ritchie e uscito nelle sale italiane il 10 maggio 2017. Nel cast della pellicola Charlie Hunnam nella parte del protagonista, ci sono anche Jude Law e Eric Bana noto al grande pubblico per il ruolo di Ettore nella pellicola Troy. JudeLaw e Guy Ritchie avevano già lavorato con ottimi risultati nelle due pellicole su Sherlock Holmes. 

In King Arthur il potere della spada ci troviamo nella Londinium del tardo medioevo. Per le strade di questa città si aggira Artù un ragazzo proveniente da una famiglia nobile ma che lo zio Vortigern, diventato re dopo aver spodestato il padre, aveva fatto crescere in un bordello. Viene addestrato alle arti marziali da Kung Fu George, un uomo cinese dal nome buffo, del quale non si sa praticamente nulla. Non ci viene neanche spiegato il perchè si trovi a Londinium.  Nel prologo iniziale Guy Ritchie ci mostra il padre mentre è in battaglia per difendere il suo regno. Attorno a lui ci vengono mostrati Elefanti, mostri che volano  e la magia.  Artù però solo dopo aver estratto la spada appartenuta al padre dalla roccia comprende qual’è realmente il suo destino.  Nella pellicola troviamo anche un cameo dell’ex calciatore David Beckham amico del regista. 

Il King Arthur di Guy Ritchie è completamente diverso dai precedenti film sul personaggio medievale. Rispetto al King Arthur con Clive Owen del 2004 e al Re Artu interpretato da Sean Connery in Il primo Cavaliere del 1995, c’è molta più azione. In questa rivisitazione in chiave moderna c’è anche l’introduzione del fantasy, forse per avvicinare anche i giovani al personaggio e l’utilizzo del 3D. 

In questo film però mancano alcuni personaggi principali come Merlino che viene solo nominato, Ginevra e Lancillotto. Forse verranno esplorati in un possibile sequel. Il film è uscito nelle sale italiane da circa dieci giorni e da circa una settimana negli USA. Per avere qualche notizia in più su un possibile sequel dovremmo aspettare i prossimi mesi.  Questo film mi ha incuriosito non solo per la presenza di Jude Law nel cast ma anche per la scelta di inserire l’action e il fantasy. Una pellicola che ho apprezzato e consiglierei di andare a vedere, soprattutto a chi non si aspetta di ritrovare la trasposizione classica del libro “le Morte D’Artur” scritto da Thomas Mallory nel 1485.  

Voto 3/5