Red Sparrow

Red Sparrow

 Paese      USA
 Lingua      Inglese
 Anno      2018
 Durata     139 min

Red Sparrow è il nuovo film diretto da Francis Lawrence e uscito nelle sale italiane il 1 marzo. Nel cast oltre a Jennifer Lawrence ci sono Jeremy Irons e Joel Edgerton noto al grande pubblico per pellicole come Black Mass insieme a Johnny Deep, Regali da uno sconosciuto -The Gift e Bright dove recita con Will Smith.

Red Sparrow è ambientato a Mosca in Russia. La protagonista è Dominica Egorova prima ballerina del Bolshoi  che vive insieme alla madre malata di cui si prende cura.  Quando un incidente mette fine alla sua carriera, la ragazza accetta la proposta dello zio di servire lo stato. Da quel momento in poi diventa una Sparrow, un’agente pronta a tutto, un’arma di seduzione letale. Ormai la decisione è stata presa, nonostante la madre cerchi  di farle cambiare idea. All’inizio è un pò riluttante nell’accettare gli insegnamenti che le vengono forniti durante l’addestramento, ma una volta iniziata la missione che le viene affidata si dimostra una donna in grado di tradire il proprio paese alla prima occasione.

Jennifer Lawrence si cala perfettamente nel ruolo, nonostante sia la prima volta in un film di spionaggio. Per il dopo Daniel Craig nella saga su James Bond, qualora volessero puntare su una versione femminile dell’agente 007, potrebbe essere presa in considerazione. Rispetto ad Atomica Bionda, il film di spionaggio con Charlize Theron qui l’azione è del tutto assente. Red Sparrow è un film molto più violento. Diciamo che è un film di spionaggio classico tipo Intrigo Internazionale di Alfred Hitchcock, ma con più sangue. In questa pellicola Jennifer Lawrence viene addestrata  a capire la psicologia di chi hanno di fronte estorcendogli più informazioni possibili e non a combattere. L’unica arma che la protagonista Dominica ha a disposizione è la seduzione.  L’attrice americana è lontana dalle interpretazioni in Il Lato Positivo e Joy con i quali ha vinto  due Oscar come miglior attrice nel 2013 e nel 2016

Una pellicola che consiglio di andare a vedere, visto che è ancora in sala. Non ne rimarrete delusi. Se siete fan di Jennifer Lawrence non potete perdervelo. Fatemi sapere nei commenti cosa ne pensate di Red Sparrow, se è stato di vostro gradimento, oppure se avete apprezzato l’attrice americana in altre pellicole.

Voto:3/5

 

 

Bright la nuova pellicola con Will Smith prodotta da Netflix

 

 Paese   USA
 Lingua    Inglese
 Anno    2017
 Durata    117 min

Bright è la nuova pellicola diretta da David Ayer e prodotta dalla piattaforma streaming Netflix. Oltre a Will Smith nel cast del film ci sono anche Noomi Rapace e Joel Edgerton. Bright è una delle numerose pellicole prodotte da Netflix in questo 2017. Ormai la piattaforma streaming si è specializzata nella produzione di lungometraggi.

Bright narra la storia di Daryl Ward, un poliziotto di colore della polizia di Los Angeles che deve lavorare con Nick Jakoby un orco che fin da bambino voleva entrare in polizia. I due non si sopportano. Mentre sono di pattuglia si imbattono in Tikka un giovane elfo che possiede una bacchetta magica e sta fuggendo da qualcuno. Inizialmente i due poliziotti sono scettici, ma quando capiscono che questa bacchetta magica la stanno cercando anche colleghi corrotti, gang armate fino ai denti,  federali che si occupano di affari collegati alla magia e membri degli Inferni, una setta elfica capeggiata dall’inarrestabile Leilah, decidono di proteggerla anche a costo di sacrificare la loro vita.  Riusciranno Ward e Jakoby a non farla finire nelle mani sbagliate? 

Questa pellicola ha alcuni difetti come ad esempio l’ambientazione. David Ayer che ha curato anche la scenggiatura, ha deciso di ambientare Bright in una Los Angeles del ventunesimo secolo nella quale convivono Orchi, Elfi, Fatine e umani. Un poliziesco un pò fantasy e un pò dark ma confuso.  Il regista ha scelto di dare più peso alle dinamiche della strana coppia di poliziotti formata da un umano di colore e un Orco. Manca l’epicità del genere fantasy che viene utilizzato molto poco rispetto a quanto ci si poteva aspettare. David Ayer in Bright ha deciso di dedicarsi più alle sparatorie e alle risse tipiche dei generi action, poliziesco. Le scene di violenza relative agli schiacciamenti , sgozzamenti e crivellamenti, sono molto realistiche. In questo film, non ci viene spiegato come mai gli orchi e gli umani convivono insieme, chi è questo Signore della Morte che viene soltanto nominato e poi non si capisce che fine hanno fatto la moglie e la figlia di Ward. 

Nonostante le critiche a questa pellicola negli Stati Uniti, il regista David Ayer ha già messo in cantiere un sequel di Bright in uscita sempre su Netflix per la fine del 2018. Essendo una produzione originale ci saremmo aspettati di più dalla piattaforma streaming. Guardando i trailer usciti negli scorsi mesi il film sembrava promettere bene. Comunque la pellicola è stata premiata dagli abbonati Netflix. Nei primi tre giorni di programmazione ha raggiunto quota 11 milioni di spettatori.  Fatemi sapere nei commenti se la pellicola vi è piaciuta o meno e cosa ne pensate di un sequel in arrivo a fine 2018. 

Voto:2,5/5