Kristofer Hivju si unisce al cast della seconda stagione di The Witcher

Kristofer Hivju si unisce al cast della seconda stagione di The Witcher. Questa è la notizia che sta circolando in rete da qualche giorno. Forse alla maggior parte  degli abbonati Netflix non dice nulla il suo nome, ma i fan di Game of Thrones lo ricordano come Tormund un uomo grosso e dalla barba folta  appartenente al popolo libero meglio conosciuto come Bruti. Il suo personaggio dovrebbe essere Nivellen, un uomo che a causa di una maledizione viene trasformato in una bestia. Questa è una delle prime novità riguardanti la seconda stagione di The Witcher, le cui riprese sono in corso di svolgimento.

Questa seconda stagione dovrebbe basarsi sul terzo degli otto libri pubblicati dallo scrittore polacco Andrzej Sapkowski tra il 1992 e il 2013 e tradotti in lingua italiana soltanto tra il 2011 e il 2016.  Questi romanzi fantasy hanno ispirato tre capitoli videoludici usciti tra il 2007 e il 2015.  La CD Project Red, società polacca che realizza videogiochi, in questo caso non si è avvalsa della collaborazione dello scrittore polacco. Secondo le prime indiscrezioni che circolano in rete, Netflix sembra non voler accelerare il tutto e quindi la seconda stagione dovrebbe uscire nel 2021. Al momento però non c’è nulla di confermato.  Finora notizie sulla presenza di altre new entry nel cast non ce ne sono e quindi dovremmo aspettare i prossimi mesi per avere qualche notizia in più.

Quello che possiamo dire è che la prima stagione ha messo d’accordo tutti non solo gli appassionati di serie tv, gli abbonati Netflix, gli amanti dei videogiochi o dei libri, ma anche i critici. Devo essere sincero, non avevo grandi aspettative sulla questa serie fantasy. Non sono un grande amante del genere e quindi mi sono approcciato ai primi episodi soltanto spinto dalla curiosità di vedere Henry Cavill nei panni di Geralt di Rivia. Sono rimasto piacevolmente sorpreso da questa prima stagione. non vedo l’ora che arrivi la seconda.

Molti su internet e sui social hanno definito The Witcher come la nuova Game of Thrones.  Prima di tutto la serie Netflix è un fantasy puro visto che ci sono ragni giganti, mostri con la faccia da Diavolo, insetti giganti, Strigi, un cavaliere trasformato in Istrice da una maledizione, una creatura rara e un Drago e poi  The Witcher si basa su un’opera letteraria completa e che ora bisogna trasportare all’interno della serie mentre George R. Martin dopo l’ottava e ultima stagione di Game of Thrones sta ascrivendo altri libri.

 

Mission Impossible Fallout: il capitolo più adrenalinico della saga

Mission Impossible

 Paese      USA
 Lingua      inglese
 Anno      2018
 Durata    147  min

Mission Impossible Fallout è il nuovo film action diretto da Christopher McQuarrie e uscito nei cinema italiani il 29 luglio.  Nella pellicola oltre a Tom Cruise ritroviamo Simon Pegg, Il Odgen Morrow co-ideatore di Oasis in Ready Player One,Ving Rhames, il Marsellus Wallace di Pulp Fiction, Alec Baldwin, che fa la sua comparsa in Rouge Nation, Sean Harris  e Rebecca Ferguson. Le new entry in questo sesto capitolo sono: Henry Cavill e Angela Bassett.

Ethan Hunt riceve a Belfast l’ordine di una nuova missione: quella di recuperare una valigia piena di plutonio e scovare  chi vuole impadronirsene. Una volta arrivato a Berlino decide di salvare Benji e Luther, i suoi collaboratori più fidati, mettendo a repentaglio la missione. Il plutonio quindi finisce nelle mani sbagliate.  Ethan e i suoi collaboratori devono disinnescare non uno ma due ordigni nucleari che potrebbero spazzare in un solo colpo 1/3 della popolazione mondiale.  Una lotta contro il tempo che non sembra spaventare il protagonista.  In questa missione di recupero viene affiancato da August Walker un agente doppiogiochista della CIA.  L’obiettivo è smascherare John Lark e mettersi in contatto con la Vedova  Bianca, un’intermediaria sexy e letale.  Riuscirà Ethan Hunt a portare a termine la missione e salvare milioni di persone?

In questo sesto capitolo della saga di Mission Impossible Tom Cruise è più in forma che mai, come dimostrano le adrenaliniche scene del film. Sembra che con lui il tempo si sia fermato. Nonostante a luglio abbia compiuto 56 anni, il suo fisico sembra non risentirne visto che ha deciso anche questa volta di non  volere stuntman sul set. Henry Cavill  si trova perfettamente a suo agio nei panni dell’agente doppiogiochista della CIA. Il suo personaggio non mette in ombra il protagonista. Oramai per i fan della saga, che va avanti da ben 22 anni, l’unico Ethan Hunt è Tom Cruise. Ho apprezzato la scelta del cast e la trama.

Posso dire che il film non ha deluso le mie aspettative. Vi consiglio di andarlo a vedere al cinema ne vale pena. La pellicola non annoia mai nonostante i 150 minuti di durata.  Finora è uno dei migliori film in uscita in questo 2018. Mission Impossible Fallout è il miglior Mission Impossible di sempre? Lo lascio giudicare a voi dopo la visione della pellicola in sala.

Voto:3,5/5

 

 

Ethan Hunt torna al cinema in una nuova e adrenalinica missione

Ethan Hunt

Tom Cruise dal 27 luglio negli Usa, il 30 agosto nei cinema italiani, torna nei panni di Ethan Hunt per una sesta missione. Il personaggio apparì per la prima volta al cinema nel lontano 1996. Come regista di quel primo Mission Impossible c’era Brian De Palma. Dopo questa missione l’agente dell’IMF Ethan Hunt andrà in pensione? Chi può dirlo. Con Tom Cruise le sorprese sono sempre dietro l’angolo.  Tom Cruise nella sua carriera ha interpretato moltissimi personaggi. Negli ultimi due anni ha interpretato il sergente Nick Morton nel film “La Mummia” remake horror della pellicola del 1999. Negli Usa fu un flop con soltanto 80 milioni di dollari guadagnati a fronte di un budget  di  125 milioni. All’estero invece ne ha guadagnati addirittura 327.  Il suo ultimo film dal titolo “Barry Seal- Una storia americana” arrivato nelle sale italiane il 14 settembre 2017 ha guadagnato solo negli Usa 134 milioni di dollari a fronte di un budget di 50 milioni.

Tornando a Mission Impossible, sesto capitolo della saga, possiamo dire che oltre a Tom Cruise e Alec Baldwin apparso nel penultimo capitolo dal titolo Rouge Nation, c’è la novità dell’ingresso nel cast, di Henry Cavill l’attore britannico trentaquattrenne noto al grande pubblico per il ruolo di Superman nei cinecomics DC “L’uomo d’acciaio”, “Batman Vs Superman: Dawn of Justice”  e “Justice League”.   La trama al momento è top secret. Per saperne di più dovremmo aspettare i prossimi mesi o pi prossimi trailer.

Dal teaser trailer che circola in rete, Mission Impossible Fallout sembra essere ancora più adrenalinico rispetto agli altri cinque della saga. Quindi aspettiamoci scene ancora più spettacolari visto che Tom Cruise, come ormai è risaputo, non vuole usare controfigure nelle scene action.  Durante le riprese di questo sesto capitolo c’è stato l’ennesimo infortunio del cinquantacinquenne attore americano.  Durante le riprese a Londra Tom Cruise doveva girare una scena che richiedeva un acrobatico salto tra due edifici. Secondo alcuni fotogrammi pubblicati in rete, l’attore avrebbe preso male le misure andando a sbattere sulla fiancata dell’edificio.  La Troupe e gli attori hanno ripreso a girare soltanto il 4 ottobre, dopo più di un mese di pausa.

Da qui fino a fine carriera, consiglierei a Tom Cruise di lasciar perdere film action o altri capitoli della saga di Mission Impossibile  e accetterei film meno impegnativi anche dal punto di vista fisico come commedie o dramma.