Aladin: il live action Disney di Guy Ritchie non tradisce le attese

 Paese      USA
 Lingua     Inglese
 Anno     2019
 Durata      128 minuti

Aladin è il nuovo live action targato Disney diretto da Guy Ritchie, regista di pellicole come Snatch – Lo strappo, Sherlock Holmes e King Artur-il potere della spada e uscito nelle sale italiane il 22 maggio 2019. Nel cast troviamo Will Smith nei panni del genio.

Il protagonista del film è Aladin un ladro che vive ad Agrabah  e che passa la giornata a rubare insieme alla sua scimmia Abu. Nel frattempo la figlia del Sultano, la principessa Jasmine è costretta a ricevere principi provenienti dalle città più vicine, pronti a prenderla in sposa.  Il giovane ragazzo, un giorno incontra una splendida ragazza che dice di essere un ancella della principessa. Solo dopo qualche giorno viene a conoscenza che invece era la principessa Jasmine, arrivata in città sotto mentite spoglie per non farsi riconoscere. Lui però non essendo principe non potrà mai prenderla in sposa. Intanto il gran visir del Sultano Jafar è stanco di essere il suo consigliere e vuole a tutti i costi prendere il comando della città. Per farlo deve entrare in possesso di una lampada in grado di esaudire desideri.

Da amante dei classici d’animazione Disney posso dire che questo live action di Aladin è ben fatto. Ho apprezzato molto la scelta del cast, soprattutto quella di Will Smith nella parte del Genio della lampada. Nella versione italiana di questa pellicola ritroviamo al doppiaggio Gigi Proietti che questa volta, rispetto al film d’animazione del 1992, dà voce al Sultano.  Ho apprezzato anche il fatto di voler mantenere le canzoni del film d’animazione del 1992 e inserirne solo qualcuna nuova.  Non avendo visto gli altri live action Disney non posso dire se questo sia il migliore. Comunque non ha deluso le mie aspettative.

Un film che consiglio di andare a vedere. Adatto a tutta la famiglia e anche a chi è amante del musical anche al cinema. Uscirete dalla sala soddisfatti. Comunque se trovate una lampada e sfregandola esce un genio blu scegliete con cura i vostri desideri e ricordatevi che ne avete a disposizione soltanto 3.

voto:3,5/5

 

 

I supereroi Fox pronti allo sbarco nel Marvel Cinematic Universe

Marvel Cinematic Universe

I supereroi Fox sono pronti a sbarcare nel Marvel Cinematic Universe. La notizia circolava in rete già da qualche mese. Ora pare che con il nuovo anno l’accordo tra Disney e Fox possa essere messo nero su bianco.  Kevin Feige capo dei Marvel Studios in un’intervista a Variety, a proposito dell’ingresso di nuovi personaggi, ha dichiarato:”E’ una possibilità promettente e potrebbe accadere nei primi mesi del nuovo anno. La nozione di ritorno a casa di personaggi amati è  grandiosa. E’ bello quando una compagnia che ha creato tutti questi personaggi può accedere al proprio universo nella sua totalità, anzi, è strano pensare di non poterlo fare. Ma per quanto riguarda la vera e propria  pianificazione di come succederà, non abbiamo ancora cominciato“.  Possiamo dire una Disney pigliatutto. 

L’ingresso nel Marvel Cinematic Universe potrebbe giovare anche ai Fantastici Quattro, caduti nel dimenticatoio dopo Fantastic Four del 2015. Forse la Marvel potrebbe convincere Chris Evans a riprendere il ruolo della Torcia Umana.  Staremo a vedere.  L’uscita di Dark Phoenix e New Mutants, due cinecomics sugli X-Men  al momento non sembra in dubbio. Nei prossimi mesi sapremo quando inizieranno le riprese.  Non sarà facile integrare questi nuovi personaggi in un universo così grande come quello Marvel. Dopo Avengers End Game molti attori  lasceranno il Marvel Cinematic Universe. Kevin Feige capo dei Marvel Studios non ha ancora spiegato se ci sarà un reboot di Captain America, Iron Man. 

Quindi da aprile  ci sarà un nuovo inizio per il Marvel Cinematic Universe. L’inizio della Fase 4 è sempre più vicina. I film con arrivo in sala previsto per il 2020 sono Doctor Strange 2 con Benedict Cumberbatch, Gli Eterni creati nel 1976 da Jack Kirby,  che sono una razza di antichi esseri umani manipolati geneticamente dai Celestiali  e Vedova Nera con Scarlett Johansson. Di un suo possibile film da solista se ne era già parlato quando apparve per la prima volta come agente dello S.H.I.E.L.D. in Iron Man 2 del 2010. 

 

 

 

Il classico Disney Gli Aristogatti compie 47 anni

Disney

Nel dicembre del 1970 negli Usa usciva uno dei più grandi classici d’animazione della Disney Gli Aristogatti. Dopo qualche mese sarebbe arrivato anche nelle sale italiane. Fu un successo non solo di pubblico ma anche di critica.  Chi da piccolo non ha mai visto questo classico Disney ambientato a Parigi con protagonisti Duchessa, un gatto aristocratico, e Romeo un randagio arrivato da Roma. Tra gli antagonisti di questo film d’animazione Disney c’è Edgar il maggiordomo di Madame Adelaide, una cantante lirica in pensione. In questa pellicola ci sono altri personaggi diventati cult nella storia della Disney come il topo Groviera, le papere Guendalina e Adelina Bla Bla, lo zio Reginaldo, il gatto trombettista Scat Cat con la sua banda, e l’avvocato di Madame Adelaide George Hautecourt.

Questo fu l’ultimo progetto approvato da Walt Disney e uscito dopo la sua morte, avvenuta nel dicembre del 1966. Sono entrate nella storia dell’animazione disneyana anche le colonne sonore. Il brano  principale era “Tutti jazzisti alleluja”cantato durante la scena nella quale Duchessa e i suoi cuccioli incontrano il trombettista Scat Cat, amico di Romeo,  e la sua banda.  Il ritornello “tutti quanto voglion fare jazz alleluja”è uno dei più conosciuti ed amato del cinema d’animazione.

Durante le vacanze di Natale la Rai trasmetterà alcuni dei più grandi classici Disney come la Carica dei 101 il 28 dicembre, Dumbo e Gli Aristogatti il 31 dicembre e i due live action Cenerentola del 2015 e Alice in Wonderland il 5 gennaio. 

La Dinsey ha anche in programma nei prossimi anni alcune versioni live-action, con attori in carne ed ossa, di alcuni capolavori d’animazione come La carica dei 101, Peter Pan, Dumbo, La Spada nella Roccia, Dumbo, Aladin con Will Smith nella parte del Genio, il Re Leone, La sirenetta, Pinocchio, Biancaneve e i sette nani, Winnie The Pooh, Mulan. Dai progetti della casa cinematografica americana sono state escluse le versioni con attori veri di altri classici come Lilli e il vagabondo, Gli Aristogatti, Pocahontas, Il gobbo di Notre Dame. Vedremo se nei progetti futuri della Disney ci saranno le versioni live action di questi altri classici d’animazione. 

 

 

 

 

 

 

Quel genio di Will Smith nel live action Disney su Aladdin

Will Smith

Will Smith sarà nel cast del live action della Disney su Aladdin. Secondo alcune indiscrezioni circolate su internet l’attore afroamericano interpreterà il ruolo del Genio della lampada.  Il regista di questo live action Disney sarà Guy Ritchie. Will Smith quindi interpreterà l’essere dai poteri magici che nel film d’animazione del 1992 aveva la voce del grande Robin Williams. Nella versione italiana, la voce del genio era doppiata da Gigi Proietti. L’ex principe di Bel-Air era stato contattato anche per il live action Disney su Dumbo ma dovette rifiutare. Al momento non se ne conoscono i motivi. Del progetto si sa ben poco. Da quello che è trapelato su internet, si dovrebbe trattare di un musical e le riprese dovrebbero iniziare questa estate in Inghilterra. Per i ruoli di Aladin, Jasmine e Jafar sono ancora aperti i cast. Per avere qualche notizia in più dovremmo aspettare ancora qualche mese.

Dopo il fortunato esperimento con La Bella e la Bestia, la Disney ci riprova con un classico d’animazione che 25 anni fa incassò 25 milioni di dollari.  La sceneggiatura di questo live-action è stata scritta da John August: la storia sarà fedele al film d’animazione originale e ispirata ad un racconto popolare del Medio Oriente.  Ci sarà il ladro Aladdin, che troverà una lampada nella quale vive un Genio che può esaudire tre desideri. Ripercorreremo la storia d’amore tra il ragazzo e la principessa Jasmine e l’opposizione da parte del malvagio Jafar.

Il produttore Dan Lin aveva già lavorato con Guy Ritchie per il film Sherlock. In un’intervista, ha dichiarato di voler fare un musical multietnico e rendere omaggio al mondo arabo.  Come lo vedreste  Will Smith nei panni del Genio della lampada? Tra il 2018 e il 2019 l’attore afroamericano sarà nelle sale non solo statunitensi, ma di tutto il mondo con Bad Boys 3 e Suicide Squad 2.