La Napoli velata di Ferzan Ozpetek avvolta nel mistero

Napoli Velata
 Paese    Italia
 Lingua    Italiana
 Anno    2017
 Durata    113 min

Napoli Velata è il nuovo thriller diretto da Ferzan Ozpetek  e uscito in sala il 28 dicembre 2017. Il regista turco naturalizzato italiano, ha voluto riunire in questo film un grande cast composto da Giovanna Mezzogiorno, Alessandro Borghi, Luisa Ranieri e Isabella Ferrari.  

La pellicola narra la storia di Adriana, un medico legale che durante la rappresentazione del parto dei “femminielli” incontra un giovane di nome Andrea. Tra i due scatta subito la passione. Lui decide di accettare l’appuntamento di Adriana perchè è intenzionato a frequentarla. Lui però non si presenta e lei rimane delusa. Quando torna a lavoro scopre che il cadavere del giovane arrivato in obitorio è quello di Andrea, con il quale aveva passato la notte. Il corpo era ridotto malissimo, addirittura sono stati tolti i bulbi oculari. Adriana è sconvolta. Lei è ossessionata dalla figura di questo giovane, lo vede dappertutto, anche nella metropolitana. Alla fine scopre che non è Andrea ma il suo gemello Luca, con il quale inizia un rapporto morboso, violentemente possessivo. Lui diventa geloso di chiunque, anche di Antonio l’uomo che lavora insieme al commissario.  Di colpo Adriana trova morti la fattucchiera Don Assunta,consultata su consiglio dell’amica Catena, e Pasquale, amico della zia Adele. Viene accertato che l’uomo è morto d’infarto, ma lei non ci crede e pensa sia stato avvelenato.  Riuscirà a scoprire la verità sulla morte di Andrea?

In questo film oltre all’erotismo, troviamo anche il tema della scala che troviamo nella scena iniziale.  Psicologicamente secondo Ozpetek  “richiama l’utero, l’occhio e la coscienza”. Alcuni critici invece ci hanno visto un omaggio ai film di Hitchcock e ai gialli anni settanta di Dario Argento come Profondo Rosso. Un altro tema, che è quello centrale dell’intera pellicola, è quello del velo che troviamo in particolar modo durante la rappresentazione del rito della “figliata” dei femminielli, nel quale ci viene mostrato soltanto il momento del parto celando tutto ciò che avviene prima. 

Non sono un grande fan di Giovanna Mezzogiorno ma in questo film mi è piaciuta. Il ruolo che gli è stato dato da Ozpetek in Napoli Velata è azzeccato. Alessandro Borghi da quando ha recitato in The Place di Paolo Genovese e Suburra la serie è diventato uno dei miei attori preferiti. Se siete fan di Alessandro Borghi o Giovanna Mezzogiorno non potete perdervi questo thriller pieno di mistero ed esoterismo. Uscirete soddisfatti dalla sala. Fatemi sapere nei commenti se questa recensione vi è piaciuta. 

Voto:3/5

 

 

9 thoughts on “La Napoli velata di Ferzan Ozpetek avvolta nel mistero

  1. Thanks for writing this awesome article. I’m a long time reader but I’ve never been compelled to leave a comment. I subscribed to your blog and shared this on my Twitter. Thanks again for a great post!

     
  2. Thanks for publishing this awesome article. I’m a long time reader but I’ve never been compelled to leave a comment. I subscribed to your blog and shared this on my Facebook. Thanks again for a great article!

     
  3. Thanks for posting this awesome article. I’m a long time reader but I’ve never been compelled to leave a comment. I subscribed to your blog and shared this on my Facebook. Thanks again for a great article!

     
  4. Thanks for posting this awesome article. I’m a long time reader but I’ve never been compelled to leave a comment. I subscribed to your blog and shared this on my Twitter. Thanks again for a great article!

     
  5. Thank you for posting this awesome article. I’m a long time reader but I’ve never been compelled to leave a comment. I subscribed to your blog and shared this on my Facebook. Thanks again for a great post!

     
  6. Thank you for publishing this awesome article. I’m a long time reader but I’ve never been compelled to leave a comment. I subscribed to your blog and shared this on my Facebook. Thanks again for a great post!

     
  7. Thanks for publishing this awesome article. I’m a long time reader but I’ve never been compelled to leave a comment. I subscribed to your blog and shared this on my Facebook. Thanks again for a great post!

     
  8. Thank you for publishing this awesome article. I’m a long time reader but I’ve never been compelled to leave a comment. I subscribed to your blog and shared this on my Twitter. Thanks again for a great article!

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *