IL COLPEVOLE – THE GUILTY

 Paese      Danimarca
 Lingua      Inglese
 Anno      2018
 Durata     85 minuti
Il colpevole – The Guilty (Den skyldige) è un film del 2018 diretto da Gustav Möller con Jakob Cedergren.
Trama
Asger Holm è un agente di polizia che si è messo nei guai e per questo è stato confinato a rispondere al numero d’emergenza insieme a più anziani colleghi. Vive questo lavoro con insofferenza e agitazione, anche perché l’indomani lo aspetta il processo che deciderà della sua carriera. Quando riceve la telefonata disperata di una donna che dice di essere stata rapita, Asger decide di mettersi in gioco e fare il possibile, fino a scavalcare le regole, per non tralasciare alcuna possibilità. Il suo desiderio di redenzione si incaglia però in un caso che è molto più complesso di quello che sembra e le sue buone intenzioni rischiano di avere effetti controproducenti per sé e per gli altri.
Recensione
Il film parte piano, si prende i suoi tempi, per farci capire un po’ la situazione del protagonista, incastrato in quell’ufficio in uno stato di ansia estrema con un processo che lo attende e un lavoro che svolge con superficialità, svogliatezza e anche un pizzico di ironia verso le chiamate per lo più monotone e poco gravi che riceve al numero d emergenza. La “routine” si spezza subito dopo la telefonata di una donna che dice di essere stata rapita e qui inizia una corsa contro il tempo e la vera svolta thriller del film. La regia è ottima e il regista ci fa impersonificare con il protagonista con dei lunghi primi piani e momenti di silenzio che creano ansia ed empatia allo spettatore.
Il film si svolge interamente in un solo ed unico luogo con la telecamera sempre fissa su Jakob Cedergren che sfoggia un ottima prova attoriale, senza sfigurare il confronto con attori che hanno “affrontato” ruoli simili in passato, come Tom Hardy (in Locke) e Ryan Reynolds (in Buried-sepolto vivo ). La situazione del problema personale del protagonista esce poco a poco e ricorda molto il Walter Garber interpretato da Denzel Washington in “Pelham 123 – Ostaggi in metropolitana”. Qualche momento di ilarità spezza un po’ la tensione che resta comunque sempre altissima. I dialoghi perfetti ed un montaggio veloce incollano lo spettatore alla sedia Fino alla fine del film.
Quello che rende “Il colpevole – The Guilty” un film riuscito è il fatto che riesce a farci impersonificare nel protagonista e quasi vivere le sue emozioni e paure, ed è proprio il risultato che un film come questo deve ottenere nonostante la storia sia alla fine un po’ scontata e banale e ci siamo pochissimi colpi di scena. Il risultato è sicuramente buono, senza troppe pretese e non eccelso. Consigliato agli amanti del genere o a chi chi vuole passare un oretta e mezza di tensione.

Voto: 3/5

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *