Deadpool 2: il ritorno al cinema dell’anti-eroe mercenario di casa Marvel

 Paese      Usa
 Lingua      Inglese
 Anno      2018
 Durata    119 min

Deadpool 2 è l’attesissimo cinecomics Marvel prodotto dalla 20th Century Fox e diretto da David Leitch. La pellicola è uscita nelle sale italiane il 15 maggio mentre in america uscirà il 18. Nel cast del film  oltre a Ryan Reynolds, c’è anche Josh Brolin presente anche in Avengers Infinity War. Strano che un attore faccia parte del cast di due cinecomics molto attesi, usciti in questi ultimi due mesi.

L’antieroe mercenario dalla battuta sempre pronta, in questo secondo capitolo si ritrova a combattere in giro per il mondo. Un evento che cambierà per sempre la sua vita, lo porta alla residenza degli X-Men dove ritrova Colosso il mutante che ha l’abilità di trasformare il proprio corpo in un quasi indistruttibile “acciaio organico” e Testata Mutante Negasonica  che ha il potere della telepatia.  Il nemico con il quale si dovrà confrontare è Cable, un cyborg mutante proveniente da un misterioso futuro. L’obiettivo però sembra essere un ragazzino di nome Russell cresciuto in un orfanotrofio. Il suo super-potere è quello di lanciare palle di fuoco dalle mani. Per salvarlo Deadpool forma una squadra che decide di chiamare X-Force. All’interno di questa squadra troviamo anche nuovi personaggi come Domino e Shatterstar.  Come mai Cable vuole a tutti i costi  far fuori il ragazzino?

In Deadpool 2 ci sono più personaggi rispetto al primo capitolo. Di questa pellicola ho apprezzato la trama. Certo le battute del mercenario mutante con la capacità di auto rigenerarsi, non sono a livello di quelle del primo film, ma comunque conducono lo spettatore in sala alla risata. Le scene d’azione sono state girate molto bene. Non a caso, il regista è David Leitch che, negli ultimi anni ha diretto John Wick e Atomica Bionda. Rispetto al primo  troviamo molta più violenza e splatter. Negli Usa la pellicola è stata vietata ai minori di 17 anni mentre in Italia no. Se siete fan di Deadpool e dei cinecomics Marvel, non potete perdervi questo secondo capitolo. Non deluderà le vostre aspettative.

Voto:3,5 /5

 

 

 

 

Avengers Infinity War : 10 anni di Marvel Cinematic Universe

 Paese      USA
 Lingua      Inglese
 Anno      2018
 Durata     149 min

Avengers Infinity War è un film diretto dai fratelli  Anthony e Joe Russo e uscito nelle sale italiane il 25 aprile. Questa è la pellicola conclusiva dei primi 10 anni del Marvel Cinematic Universe.  Nel cast della pellicola ritroviamo Chris Evans che non vedevamo sugli schermi cinematografici da Captain America Civil War, Mark Ruffalo nei panni di Hulk e Chris Hemsworth nei panni di Thor lasciati inspiegabilmente fuori dal terzo e ultimo film su Steven Rogers.

In Avengers Infinity War la minaccia si chiama Thanos, uno dei villain più potenti del Marvel Cinematic Universe, proveniente da Titano.  Gli Avengers con il supporto di Black Panter, Doctor Strange e I Guardiani della Galassia dovranno evitare che venga in possesso di tutte e sei le gemme dell’infinito. La battaglia avverrà su tre zone diverse. Nello spazio, sulla terra e nel Wakanda. Ritroveremo il super tecnologico Stato dell’Africa, con il suo sovrano T’Challa.  Da questo film è stato inserito come membro del team degli Avengers anche il giovane Spiderman. In aiuto del team di supereroi viene chiamato anche Doctor Strange. Nel caso Thanos dovesse recuperarle tutte, potrebbe spazzare via metà della popolazione della terra, con il solo schiocco delle dita. Riusciranno i supereroi Marvel ad evitare tutto questo? La battaglia con il potente Tanos porterà a delle perdite?

Per Avengers Infinity War, la pellicola che comprende tutti i supereroi arrivati al cinema in questi 10 anni di Marvel Cinematic Universe, la Marvel non poteva che scegliere il più potente tra i villain. Ce ne hanno messo di tempo, ma alla  fine ne hanno collezionato uno come si deve,  a mio avviso il migliore della Marvel. Questo rimane il miglior cinecomics non solo del 2018 ma anche dei primi 10 anni di Marvel Cinematic Universe. Ho apprezzato la trama e anche la caratterizzazione dei personaggi, in particolare quello di Gamora. Nel corso della pellicola scopriamo le sue origini e anche il suo collegamento con il supercriminale Tanos. Di tutti i personaggi Marvel presenti nella pellicola, Black Panter è quello che mi è piaciuto di meno. Sembrava un pò sottotono rispetto al film sul suo personaggio uscito nel mese di febbraio.

Se siete fan del Marvel Cinematic Universe o dei fumetti sui supereroi, allora non potete perdervi Avengers Infinity War. Uscirete dalla sala soddisfatti.  Per vedere cosa ci riserverà il quarto capitolo cinematografico sugli Avengers, bisognerà aspettare il 2019.  Comunque la scena post credits potrebbe dare una piccola  anticipazione.

Voto:5/5

 

 

 

Nella tana dei Lupi: Gerard Butler prova a evitare la rapina del secolo

 Paese      USA
 Lingua      Inglese
 Anno      2018
 Durata     140 min

Nella tana dei Lupi è il nuovo action thriller diretto da Christian Gudegast e uscito nelle sale italiane il 5 aprile 2018.  Nel cast Gerard Butler, noto al grande pubblico per film come 300, Attacco al Potere e Gods of Egypt e l’ex rapper 50 cent, arrivato nel mondo del cinema con il film Get Rich or Die Tryin del 2005.

La pellicola Nella tana dei Lupi è ambientata a Los Angeles. Il protagonista è Nick O’ Brien un poliziotto che dirige una squadra anticrimine.  Il suo arrivo sulla scena arriva dopo una rapina ad un furgone portavalori finita con l’uccisione di alcuni poliziotti. Nick O’Brien scopre che però il furgone era vuotoe non riesce a capacitarsi perchè abbiano fatto tutto questo casino. Il piano di questa banda fatta da ex marines  è un altro. Riuscire a derubare la sede di Los Angeles della Federal Reserve Bank. Il palazzo governativo è impenetrabile e l’impresa è alquanto proibitiva. Loro però non si lasciano spaventare e proseguono per la loro strada.  Nick e i suoi uomini però riescono a mettere sotto torchio un membro della banda estorcendogli informazioni molto preziose.

Nella tana dei Lupi mantiene le promesse:adrenalina e virilità impetuosa. Per essere al suo primo lungometraggio, il regista Christian Gudegast se l’è cavata bene. Con Gerard Butler come protagonista il successo è garantito. L’attore americano si è calato molto bene nel ruolo del poliziotto sopra le righe. Mi è piaciuta anche la frase che ripete Nick O’Brien il personaggio interpretato da Gerard Butler:”Ti sembriamo i tipi che arrestano? Noi spariamo”. Questo per far capire che l’unica cosa che differenzia la squadra della Major Crimes dalla banda delle rapine è l’obiettivo finale.

Unica nota negativa la durata della pellicola. Secondo me 140 minuti erano troppi. La durata giusta era 120 min.  In questo 2018 vedremo Gerard Butler nuovamente al cinema con Angel Has Fallen il terzo capitolo del franchise Attacco al potere. Al momento però non sappiamo ne la data di uscita nei cinema americani e ne quella nei cinema italiani.

Voto:3/5

 

 

Bruce Willis il giustiziere duro a morire

Il giustiziere della notte

 Paese      USA
 Lingua      Inglese
 Anno     2018
 Durata    107 min

Il giustiziere della notte è il nuovo film action diretto da Eli Roth, regista di pellicole come Cabin Fever, Hostel, Hostel:Part II e Knock Kncok, e in uscita in Italia l’8 marzo 2018.  Nel cast della pellicola troviamo oltre a Bruce Willis, Elisabeth Shue, nota al grande pubblico per pellicole come Il matrimonio che vorrei insieme a Maryl Streep, L’uomo senza ombra insieme a Kevin Bacon e La Battaglia dei sessi nel quale recita al fianco di Emma Stone e Steve Carell, Camilla Morrone modella al suo primo ruolo da attrice, Vincent D’Onofrio, noto al grande pubblico per il ruolo del soldato Palla di lardo nel capolavoro di Stanley Kubrick Full Metal Jacket uscito nel 1987, per altre pellicole come Fire with Fire e Run All Night una notte per sopravvivere e per la sua interpretazione di Wilson Fisk nella serie Marvel prodotta da Netflix Daredevil, Beau Knapp, noto per aver recitato in pellicole come Run All Night una notte per sopravvivere e The Nice Guys insieme a Russel Crowe e Ryan Gosling e infine Kimberly Elise, che ha recitato in pellicole come The Manchurian Candidate, Bait insieme a Jamie Foxx e John Q insieme a Denzel Washington.

Il giustiziere della notte è ambientato  a  Chicago. Paul Kersey il protagonista è un medico del pronto soccorso del pronto soccorso della città dell’Illinois. La sua vita scorre tranquilla, fino a quando dei rapinatori irrompono in casa sua uccidendo la moglie e riducendo in coma la figlia. I due poliziotti che si stanno occupando del caso, dicono al dottore di avere pazienza e che alla fine chi ha fatto del male  alla figlia e alla moglie verrà assicurato alla giustizia. Stanco di aspettare, Paul Kersey  se ne va in giro per le strade di Chicago alla ricerca dei criminali che hanno massacrato la sua famiglia. La sua però non è una vendetta personale, ma più una volontà di voler ripulire la città dalla criminalità.  Subito tra i media e le radio locali si sparge la voce dell’arrivo in città di un angelo custode ribattezzato l’uomo con il cappuccio, dall’identità sconosciuta.

Il personaggio è proprio scritto a posta per Bruce Willis, solo lui poteva interpretarlo.  Ho apprezzato anche qualche battuta ironica da parte del protagonista. Sono rimasto anche piacevolmente sorpreso da Vincent D’Onofrio che di solito in questo genere di film è sempre dalla parte dei cattivi.  Con questo film Bruce Willis torna l’attore che tutti noi conosciamo, il genere action-thriller è quello che più gli si adatta.

Voto:3,5/5

 

 

 

 

 

La pantera nera del Wakanda sbarca nel Marvel Cinematic Universe

Wakanda

 Paese      Usa
 Lingua      Inglese
 Anno     2018
 Durata      134 min

Black Panter è il nuovo film Marvel diretto da Ryan Coogler, noto al grande pubblico per la regia di Creed Nato per Combattere, e uscito il 14 febbraio 2018. Nel cast oltre a Chadwick Boseman, c’erano anche Michael B. Jordan, il premio Oscar Forest Whitaker, Martin Freeman, noto al grande pubblico per il ruolo di John Watson nella serie tv Sherlock,  e infine Daniel Kaluuya, nominato recente come miglior attore agli Oscar 2018 per l’horror Scappa Get Out.

Per chi non avesse visto Captain America Civil War e fosse a digiuno di informazioni, Black Panter è un personaggio dei fumetti creato da quel genio di Stan Lee. La sua prima apparizione fu nel luglio del 1966 nell’albo n.52 di Fantastic Four (Vol 1).  Come Pantera Nera T’Challa ha ingerito l’Erba a Foglia di Cuore che gli conferisce forza, aglità, velocità, riflessi, resistenza sovrannaturale e la possibilità di guarire più rapidamente rispetto ad una persona comune. 

Il protagonista di Black Panter è il principe T’Challa che torna nello stato africano  del Wakanda. Dopo la morte del padre, sta per essere incoronata re. Al suo fianco non avrà una regina, visto che la sua ex Nakia vuole seguire dei progetti umanitari al di fuori della nazione. Per le altre nazioni il Wakanda è privo di risorse e speranze, ma in realtà è molto avanzato dal punto di vista tecnologico grazie alla presenza del vibranio, un minerale alieno dalle enormi potenzialità. Un vecchio nemico di nome Ulysses Klaue e un segreto celato per moltissimo tempo, potrebbero rappresentare due nuove minacce per il popolo wakandiano. Solo il nuovo re T’Challa può rimettere le cose a posto e riportare il Wakanda in pace.

Immancabile in questa pellicola sul primo supereroe africano della Marvel, il cameo di Stan Lee e la scena post credits.  Ho apprezzato il fatto che in questo cinecomics il cast sia quasi interamente composto da attori afroamericani. In attesa di Avengers Infinity War, in arrivo nelle sale italiane il 25 aprile, Black Panter è a mio avviso il miglior film prodotto dalla Marvel. Scrivetemi nei commenti se lo avete già visto o lo andrete a vedere nei prossimi giorni e cosa ne pensate di questo supereroe Marvel proveniente dal continente africano. 

Voto:3,5/5

 

 

 

Bright la nuova pellicola con Will Smith prodotta da Netflix

 

 Paese   USA
 Lingua    Inglese
 Anno    2017
 Durata    117 min

Bright è la nuova pellicola diretta da David Ayer e prodotta dalla piattaforma streaming Netflix. Oltre a Will Smith nel cast del film ci sono anche Noomi Rapace e Joel Edgerton. Bright è una delle numerose pellicole prodotte da Netflix in questo 2017. Ormai la piattaforma streaming si è specializzata nella produzione di lungometraggi.

Bright narra la storia di Daryl Ward, un poliziotto di colore della polizia di Los Angeles che deve lavorare con Nick Jakoby un orco che fin da bambino voleva entrare in polizia. I due non si sopportano. Mentre sono di pattuglia si imbattono in Tikka un giovane elfo che possiede una bacchetta magica e sta fuggendo da qualcuno. Inizialmente i due poliziotti sono scettici, ma quando capiscono che questa bacchetta magica la stanno cercando anche colleghi corrotti, gang armate fino ai denti,  federali che si occupano di affari collegati alla magia e membri degli Inferni, una setta elfica capeggiata dall’inarrestabile Leilah, decidono di proteggerla anche a costo di sacrificare la loro vita.  Riusciranno Ward e Jakoby a non farla finire nelle mani sbagliate? 

Questa pellicola ha alcuni difetti come ad esempio l’ambientazione. David Ayer che ha curato anche la scenggiatura, ha deciso di ambientare Bright in una Los Angeles del ventunesimo secolo nella quale convivono Orchi, Elfi, Fatine e umani. Un poliziesco un pò fantasy e un pò dark ma confuso.  Il regista ha scelto di dare più peso alle dinamiche della strana coppia di poliziotti formata da un umano di colore e un Orco. Manca l’epicità del genere fantasy che viene utilizzato molto poco rispetto a quanto ci si poteva aspettare. David Ayer in Bright ha deciso di dedicarsi più alle sparatorie e alle risse tipiche dei generi action, poliziesco. Le scene di violenza relative agli schiacciamenti , sgozzamenti e crivellamenti, sono molto realistiche. In questo film, non ci viene spiegato come mai gli orchi e gli umani convivono insieme, chi è questo Signore della Morte che viene soltanto nominato e poi non si capisce che fine hanno fatto la moglie e la figlia di Ward. 

Nonostante le critiche a questa pellicola negli Stati Uniti, il regista David Ayer ha già messo in cantiere un sequel di Bright in uscita sempre su Netflix per la fine del 2018. Essendo una produzione originale ci saremmo aspettati di più dalla piattaforma streaming. Guardando i trailer usciti negli scorsi mesi il film sembrava promettere bene. Comunque la pellicola è stata premiata dagli abbonati Netflix. Nei primi tre giorni di programmazione ha raggiunto quota 11 milioni di spettatori.  Fatemi sapere nei commenti se la pellicola vi è piaciuta o meno e cosa ne pensate di un sequel in arrivo a fine 2018. 

Voto:2,5/5

 

 

 

Justice League la risposta DC Comics agli Avengers della Marvel

Justice League

 Paese    USA
 Lingua    Inglese
 Anno    2017
 Durata    121 min

Justice League è la nuova pellicola DC Comics diretta da Joss Whedon e uscita nelle sale italiane il 16 novembre 2017.  In questo film troviamo Batman, Wonder Woman, Aquaman, Flash, Cyborg e Superman. Per la prima volta i supereroi DC Comics si riuniscono per salvare il mondo. Finora lo avevano fatto soltanto nei fumetti creati nel 1960 da Gardner Fox e mai sul grande schermo. Nel cast della pellicola troviamo Ben Affleck, Gal Gadot, Jason Momoa, Ezra Miller, Ray Fisher, Henry Cavill, Amy Adams, Jeremy Irons e J.K. Simmons. 

Batman, protagonista principale del film, scopre che c’è una minaccia in atto. Decide così di riunire individui con i superpoteri, per poter creare una squadra di protettori della giustizia. Il villain contro il quale dovranno combattere si chiama Steppenwolf. Migliaia di anni fa aveva deciso di attaccare la terra e per sconfiggerlo unirono le loro forze Amazzoni, Atlantidei, divinità greche e uomini. In seguito a questa battaglia Steppenwolf perse tre scatole madri che erano la fonte del suo potere. Una venne presa in custodia dalle Amazzoni, un’altra da Atlantide e l’ultima dagli uomini che la nascosero in un posto indefinito in Europa. Questo nuovo team di supereroi riuscirà a salvare la terra da questa nuova minaccia?

Justice League è la risposta Dc Comics agli Avengers della Marvel. Certo essendo al loro primo film non potranno mai raggiungere il successo del team di supereroi formato da Hulk, Iron Man, Thor, Captain America, Vedova Nera e Occhio di Falco.  La Dc Comics ha ancora molto da recuperare visto che ha iniziato da poco la trasposizione cinematografica dei fumetti tramite il DC Extend Universe. 

Se siete fan di Ben Affleck, Henry Cavill, Gal Gadot o delle pellicole sui Supereroi allora non potete perdervi Justice League. Al momento la nuova pellicola della DC Comics è al primo posto al box office italiano per quanto riguarda gli incassi e al decimo nella top ten stagionale. Merito di due supereroi come Batman e Superman? Negli Usa invece la pellicola ha fatto registrare l’incasso più basso dell’intero DC Extend Universe. 

Voto:3/5

 

 

Thor Ragnarok

Thor Ragnarok

 Paese    USA
 Lingua    Inglese
 Anno    2017
 Durata    130 min

Thor Ragnarok è un film action uscito il 25 ottobre 2017 e diretto dal neozelandese Taika Waititi. Nel cast oltre a Chris Hemsworth, Tom Hiddleston  e Antony Hopkins che tornano nei panni di Thor, Loki e Odino troviamo anche Cate Blancett, Idris Elba, Mark Ruffalo, Jeff Goldum e Benedict Cumberbatch

In questa terza pellicola su Thor il Dio del tuono, vediamo incombere una nuova minaccia. Il supereroe Marvel e suo fratello, il cattivo Loki, scoprono di avere una sorella Hela, Dea della morte e primogenita di Odino. Dopo la sua morte ricompare per prendersi il trono di Asgard come legittima erede. Thor e suo fratello Loki si trovano inaspettatamente a collaborare non solo per detronizzare Hela ma anche eliminare il potere del Ragnarok detenuto dal demone Surtur e salvare il popolo asgardiano.  In questa nuova battaglia il supereroe Marvel non sarà solo. Potrà contare anche sull’apporto di Hulk e di Valchiria, una vecchia combattente asgardiana che è stata rinnegata. Riuscirà Thor a sconfiggere la sorella Hela? Quale sarà il destino del popolo asgardiano?

In questo terzo capitolo su Thor il Dio del tuono, c’è anche una presenza femminile che partecipa all’azione. Rispetto agli altri due film c’è anche una componente comica che ho apprezzato, soprattutto nella scena dove compare il personaggio di Hulk. Chissà che questo nuovo Thor dalla battuta facile possa essere riproposto anche nei due nuovi film sugli Avengers in uscita nel 2018 e nel 2019. Anche se soltanto per pochi minuti, in Thor Ragnarok compare anche il personaggio di Doctor Strange, uno stregone con il potere delle arti mistiche.  Lo ritroveremo nella nuova pellicola sugli Avengers in uscita a Maggio 2018.  In Thor Ragnarok troviamo anche Matt Damon che fa una piccola parte. 

Se siete fan di Chris Hemsworth, sicuramente apprezzerete questa versione 2.0 di Thor il Dio del Tuono. Quindi correte al cinema se non lo avete ancora fatto. Il Dio del Tuono potrebbe avere bisogno anche del vostro aiuto per salvare Asgard da una nuova minaccia. 

Voto: 3,5/5

 

Come ti ammazzo il bodyguard

 Paese    USA
 Lingua    Inglese
 Anno    2017
 Durata    118 min

Come ti ammazzo il bodyguard è la nuova action commedy uscita nelle sale italiane il 5 ottobre e diretta da Patrick Huges. Nel cast del film oltre a Ryan Reynolds e Samuel L.Jackson anche Gary Oldman nella parte del dittatore bielorusso Vladislav Dukhovich e Salma Hayek nella parte di Sonia, la moglie del sicario Darius Kincaid. 

Il protagonista della pellicola è Michael Bryce una guardia del corpo da tripla A. La sua vita scorre tranquilla fino a quando il suo cliente giapponese viene ucciso da un cecchino. Da quel momento cambia tutto, in quanto viene declassato a semplice guardia del corpo. Nel frattempo Darius Kinckeid viene prelevato dalla sua cella per testimoniale all’Aja contro il dittatore Vladislav Dukhovich che si è macchiato di crimini contro l’umanità.  Per scortarlo fino in Olanda  è stata chiamata la giovane agente dell’Interpol Amelia Roussel. Qualcosa durante il tragitto va storto e la ragazza è costretta a chiamare il suo ex Michael. Sarà lui a scortare il killer Daius Kincard fino in Olanda. I due riusciranno ad andare d’accordo mettendo da parte vecchi rancori  ed arrivare in tempo al tribunale dell’Aja? 

In questa action commedy Ryan Reynolds e Samuel L.Jackson si trovano a proprio agio con i loro personaggi. Il bodyguard è quello più serio, mentre il sicario dall’insulto facile è insospettabilmente quello che affronta la cosa con ironia. Darius Kincaid si fa prendere dall’istinto senza badare alla conseguenze. Ho apprezzato molto le scene action tra i canali della città di Amsterdam. Che sia nata una nuova coppia comica? Staremo a vedere.  La pellicola non annoia riuscendo a coinvolgere lo spettatore nelle due ore di durata.  Nel film c’è anche un riferimento a “Bodyguard”, campione di incassi nel 1992. Nella locandina della pellicola Ryan Reynolds prende in braccio Samuel L.Jackson, così come Kevin Costner fece con la grande Whitney Houston. Un altro riferimento è l’introduzione di una delle canzoni più famose della cantante afroamericana “I Will Always  Love You”.  Nella pellicola troviamo anche una divertente scena con Samuel L. Jackson che canta una canzone della tradizione popolare italiana. 

Se siete fan di Ryan Reynolds e Samuel L.Jackson o del genere action commedy questo è il film che fa per voi. In questa pellicola c’è il giusto mix tra azione e commedia. Negli Usa il film è stato accolto negativamente dalla critica. Se non lo avete ancora visto al cinema, vedete se c’è una sala che lo trasmette ancora e andatelo a vedere. Ne vale la pena. 

Voto 3/5

 

 

 

Baby Driver: Ansel Elgort il nuovo genio della fuga

Ansel Elgort

 Paese    GBR,USA
 Lingua    Inglese
 Anno    2017
 Durata    115 min

Baby Driver il genio della fuga è un film diretto da Edgar Wright, conosciuto come il regista della trilogia del cornetto che comprende l’horror-commedy La battaglia dei morti dementi, la commedia Hot Fuzz e la commedia fantascientifica La fine del mondo, e uscito nei cinema italiani il 7 settembre 2017. Nel cast troviamo Ansel Elgort nella parte di Baby l’autista, Lily James nella parte di Deborah, Jamie Foxx nella parte del criminale e Kevin Spacey in quella di Doc il boss.

La pellicola inizia con una rapina e una fuga per le strade della città. Tutto dipende da Baby che, grazie alla sua guida spericolata, riesce ad evitare il fallimento del colpo.  Ora l’adolescente all’apparenza autistico lavora per Doc un criminale. Un giorno ha avuto la sfortuna di rubare la sua macchina e per ripianare il debito deve fargli d’autista durante le rapine. Ogni volta che esce di casa ha l’abitudine di scegliere una canzone da suo Ipod, infilarsi le cuffie e isolarsi da ciò che lo circonda. Prima di tornare a casa, dove lo aspetta l’anziano patrignio, si ferma in una tavola calda dove conosce una cameriera di nome Deborah.  Baby per proteggerla le racconta che lavora come autista, senza mai svelarle chi sia il suo capo. Riuscirà un giorno a smettere con questo lavoro e rifarsi una nuova vita? Quali conseguenza potrebbe avere questa voglia di libertà da parte di Baby?

Un film ben fatto, che ti coinvolge sin dalla prima scena. Scelta del cast azzeccata. Kevin Spacey ormai ci ha preso gusto a fare la parte del cattivo anche al cinema. Nella commedia “Come ammazzare il capo ed essere felici” interpreta il ruolo di Harken, un odioso capo d’azienda che pensa solo ai suoi interessi e in Superman Return del 2006 interpreta Lex Lutor, acerrimo nemico del supereroe DCComics. Nella serie tv  House of Card, arrivata alla quinta stagione, interpreta Frank Underwood un politico eletto tra i democratici in cerca di vendetta nei confronti del neo presidente USA, mostrando di cavarsela anche sul piccolo schermo. Jamie Foxx sembra a suo agio nel ruolo del criminale omicida il cui nickname è “Pazzo”. Ansel Elgort è perfetto nel ruolo di Baby, l’autista con la passione per la guida spericolata. Nonostante sia il suo primo ruolo da protagonista se l’è cavata molto bene.

Comunque in questa pellicola non ci sono solo sparatorie e folli corse in giro per la città per evitare le pattuglie della polizia. C’è spazio anche per una storia d’amore tra uno spericolato autista adolescente e la cameriera di una tavola calda. Se siete fan di Kevin Spacey, Jamie Foxx, Ansel Elgort o  semplicemente amanti del genere action correte subito al cinema, non vene pentirete. Comunque se siete in difficoltà sapete già chi chiamare.

Voto:3,5/5