Gemini Man: la clonazione secondo Ang Lee

Gemini Man Will Smith
 Paese    USA, CINA
 Lingua     Inglese
 Anno    2019
 Durata    117 minuti

Gemini Man è il nuovo film diretto da Ang Lee,regista vincitore di due Oscar con I segreti di Brokeback Mountain del 2006 e Vita di Pi 2012, e uscito nelle sale italiane il 10 ottobre 2019. Nel cast oltre a Will Smith c’è anche  Clive Owen.

Henry Brogan è uno dei migliori sicari in circolazione della DIA. Dopo l’ultimo incarico inizia ad avere dei dubbi sul suo lavoro di killer per il governo americano. Tornato nello stato della Georgia decide di andare in pensione. Poi però tramite un amico fa una scoperta sconvolgente. La persona che ha dovuto uccidere per conto della DIA  non è un terrorista ma un biologo.  Per evitare casini lo fanno seguire. Ormai casa sua non è più un posto sicuro. Qualcuno all’interno della DIA lo ha tradito.  Addirittura hanno chiamato qualcuno che gli assomiglia ed ha trent’anni di meno per ucciderlo. Riuscirà Henry Brogan a salvarsi da se stesso?

Gemini Man, il nuovo action -thriller diretto da Ang Lee, affronta l’interessante tema della clonazione. Ho apprezzato la trama  e la scelta del cast. Will Smith in grande forma. Se la cava molto bene nel doppio ruolo. Molto belle le scene action, adrenaliniche. Riescono ad intrattenere molto bene lo spettatore per le due ore di durata del film.  Comunque non è stato facile per Ang Lee realizzare Gemini Man. C’è voluto molto tempo prima che la pellicola vedesse finalmente la luce. Diciamo che questo è un film nel quale Ang Lee ha deciso di sperimentare, senza preoccuparsi del fallimento. Molto significativa la frase pronunciata dal Will Smith più giovane :“conosceva ogni mia mossa prima che la facessi, chi è lui?”. 

Consiglio di andare a vedere questo film se siete amanti del genere action, del regista Ang Lee e fan di Will Smith. Se avete la possibilità di andare in un cinema che ha delle sale 3D andateci, apprezzerete meglio le scene action e la pellicola nel suo complesso.

Voto:3,5/5

 

 

 

 

 

Rambo Last Blood: Stallone contro i trafficanti messicani

 Paese    USA
 Lingua     Inglese
 Anno    2019
 Durata    100 minuti

Rambo Last Blood è il quinto e ultimo capitolo della saga diretto da Adrian Grungberg e uscito nelle sale italiane il 26 settembre 2019.  Nel cast del film oltre a Sylvester Stallone c’è anche Paz Vega, attrice spagnola nota per aver partecipato a pellicole come The Spirit, Vallanzasca -Gli  angeli del Male e La regola del Gioco.

John Rambo si è stabilito in Arizona nel Ranch di famiglia dove vive insieme a Maria, la sua domestica e la nipote Gabrielle. Ora si dedica alla cura dei cavalli. Passa le giornate dentro ai bunker che si è costruito da solo. La nipote però vuole delle spiegazioni dal padre sul perchè ha deciso di andarsene dopo la morte della madre e abbandonarla. Vorrebbe andare in Messico, ma la nonna e lo zio John cercano in tutti i modi di impedirglielo. Sanno come suo padre trattava la madre e quindi le dicono che è un uomo pericoloso.  La sua voglia di risposte riuscirà a prevalere?

Il tema della vendetta ricorre non solo in questo ultimo capitolo, ma in gran parte del saga. John Rambo è un uomo solitario che ha conosciuto soltanto la violenza.  In John Rambo film del 2008 vediamo il protagonista tornare a casa in Arizona. Sulla cassetta della posta c’è scritto R.Rambo. Pensavo che in Rambo Last Blood il regista raccontasse qualcosa anche del padre di John, del quale per 37 anni non abbiamo saputo nulla. Il film è intimo e drammatico nella prima parte, nella quale il protagonista non ha ancora sconfitto i demoni della guerra in Vietnam che lo perseguitano. Nella seconda parte invece è più adrenalico  e violento. Le morti sembrano essere quasi da horror splatter, infatti Rambo Last Blood è stato vietato ai minori di 14 anni.  Molto suggestive le immagini dopo i titoli di coda. Nonostante abbia superato i 70 anni Stallone è ancora in splendida forma. Certo non ha più l’agilità nei movimenti che aveva nei primi tre film però se la cava ancora bene.

Posso dire che è stata una degna conclusione della saga. Se siete fan di Stallone o amanti della saga sul reduce dal Vietnam più famoso del cinema allora non potete perdervi questo quinto e ultimo capitolo.

Voto 3,5/5

 

 

 

 

 

 

Men in Black International: una nuova coppia di agenti in arrivo dal MCU

 

 Paese     USA
 Lingua      Inglese
 Anno      2019
 Durata     115 min

Men in Black International è il reboot della saga diretto da F.Gary Gray e uscito nelle sale italiane il 25 luglio. Nel cast ci sono Chris Hemsworth, Tessa Thompson, attrice diventata famosa per le sue interpretazioni in Creed nato per combattere, Creed 2, Thor Ragnarok e Avengers Infinity War, Liam Neeson e Emma Thompson.

Men in Black International ci mostra due nuovi agenti: il veterano agente H e la recluta agente M. I due si incontrano nella divisione dei Men in Black di Londra. La missione vedrà i due agenti collaborare muovendosi tra Parigi e Marrakech. H, uno dei migliori dell’agenzia, ha sconfitto gli Hive una razza aliena che minacciava la terra e quindi l’agente T, attuale direttore, lo tiene molto in considerazione. Per riscattarsi dagli ultimi casini combinati in giro per il mondo, H dovrà salvare ancora una volta il mondo. Il nemico risulta più ostico del previsto. Riusciranno gli agenti H e M a mantenere la pace tra Alieni e terrestri?

L’elemento di novità di questo reboot della saga di MIB è l’ingresso di una donna nella divisione come agente. Questa scelta poteva essere gestita un pò meglio. Il regista pensava di riportare la saga ai fasti del primo film uscito nel 1997. Guardando al cast, la cosa più riuscita di tutto il film, si poteva fare di più. La sceneggiatura risulta debole. Viene dato troppo spazio alla recluta M, riducendo il veterano agente H  a una persona stolta, con poco cervello e molti muscoli che prende le cose un pò troppo alla leggera.  Diciamo che lo stile del personaggio di Chris Hemsworth è quello visto in Thor Ragnarok. Mi sarei aspettato una piccola apparizione di Will Smith nel film come successo con Harrison Ford in Blade Runner 2049. In Men in Black International si da più spazio alla parte commedy che a quella action.

Sono rimasto deluso da Men in Black International. Le premesse potevano essere buone. Dopo la visione della pellicola in sala per me potevano fermarsi al terzo capitolo. Comunque ad Hollywood in questi ultimi anni si cerca di cavalcare le mode e una di queste è quella dei reboot cinematografici di saghe famose. Adesso non sappiamo se di questo reboot ci saranno dei sequel visto che al momento la pellicola ha guadagnato 235 milioni di dollari in tutto il mondo a fronte di un budget di 110 milioni. Fatevi neuralizzare se volte dimenticare in fretta questo film.

Voto: 2,5/5

 

 

Spiderman Far From Home: le avventure dell’Uomo Ragno si spostano in Europa

 Paese      USA
 Lingua      Inglese
 Anno      2019
 Durata      129  minuti

Spiderman Far From Home  è il nuovo film sull’Uomo Ragno diretto da Jon Watt e uscito nei cinema italiani il 10 luglio 2019.  Questo è il sequel di Spiderman Homecoming uscito  nel 2017. Nel cast troviamo oltre a Tom Holland nei panni dell’Uomo Ragno, anche Jake Gyllenhaal  nei panni di Mysterio, Samuel L.Jackson, Jon Favreau, Cobie Smulders, diventata famosa grazie all’interpretazione del personaggio di Robin Scherbatsky nella sitcom  How I meet your mother, e  Zendaya nei panni di Michelle Jones.

Dopo quello che è successo in Avengers Endgame Peter Parker torna ad essere un amichevole Spiderman di quartiere. La vita scorre tranquilla all’interno del liceo.  L’adolescente del Queens non vede l’ora di partire per la gita in Europa e insieme al suo amico Ned cerca di escogitare un piano per rimanere da solo con MJ. L’obiettivo di Peter è fare di tutto affinché la ragazza si innamori di lui. Sembra andare tutto per il meglio quando improvvisamente Nick Fury si materializza nella sua stanza d’albergo a Venezia. La sua visita non preannuncia nulla di buono. Purtroppo Peter non potrà godersi il viaggio in Europa in tranquillità. Dovrà vestire i panni di Spiderman e salvare il mondo da una nuova minaccia. Nel frattempo si unisce all’Uomo Ragno anche Mysterio un nuovo supereroe che dice di provenire da un’altra Terra.

Spiderman Far From Home ci mostra un Peter Parker che si prende finalmente le sue responsabilità. Ormai è un Avengers a tutti gli effetti. Tony lo ha fatto entrare nella squadra perchè credeva in lui. Di questo cinecomics ho apprezzato la scelta del cast e la sceneggiatura.  Il personaggio di Mysterio sembra sia stato cucito addosso a Jake Gyllenhaal.  Mi è piaciuto come hanno deciso di introdurlo in Spiderman Far From Home.  Il film consiglio di andarlo a vedere al cinema. I fan di Spiderman  e dei cinecomics Marvel non ne rimarranno delusi. Al termine della pellicola non perdetevi le due scene post credits che potrebbero rivelare dettagli interessanti su un terzo film con Tom Holland come protagonista.

Voto:3,5/5

 

 

 

 

X-Men Dark Phoenix: cala il sipario sulla saga dei mutanti targata Fox

 Paese      USA
 Lingua      Inglese
 Anno     2019
 Durata     113 minuti

X-Men Dark Phoenix diretto da Simon Kindberg e uscito nelle sale italiane il 6 giugno 2019, è il dodicesimo film della saga sui mutanti targata Fox. Nel cast oltre a James McAvoy, Jennifer Lawrence e Michael Fassbender troviamo la new-entry Sophie Turner, conosciuta al grande pubblico per il ruolo di Sansa Stark nella serie Il Trono di Spade, nel ruolo di Jean Grey.

Questo capitolo finale della saga Fox si concentra proprio sul personaggio di Jean Grey. I primi minuti della pellicola sono ambientati negli anni ’70 quando la mutante è solo una bambina e non ha ancora ben compreso cosa le sta succedendo e come controllare il suo potere. Una volta cresciuta si unisce alla squadra degli X-Men per alcune missioni un pò rischiose. Insieme a lei ci sono i veterani Raven, Tempesta, Scott, Quicksilver, Hank  e Kurt.  Grazie al professore Charles Xavier Jean è stata accolta nella sua nuova famiglia. Le cose stanno per cambiare e la mutante si troverà a fare scelte difficili mettendosi contro anche gli stessi compagni di squadra. Riusciranno il professore Xavier, Raven, Hank, Quicksilver, Kurt, Tempesta, ma soprattutto Scott, il ragazzo del quale si è innamorata, a farla ragionare e riportarla sulla retta via?

X-Men Dark Phoenix è il capitolo conclusivo di una saga iniziata ben 19 anni fa. a differenza di X-Men Apocalisse questo film è ambientato negli anni ’90.  Da alcuni mesi anche i mutanti della Fox sono passati nelle mani della Marvel che deve solo decidere quando introdurli ufficialmente nel Marvel Cinematic Universe.  Secondo le ultime notizie circolate in rete, dovrebbe esserci un reboot di tutti gli X-Men tranne Deadpool. Per la gioia dei fans, il mercenario chiacchierone sarà ancora interpretato da Ryan Reynolds. Al momento secondo alcune voci, non dovrebbero esserci in programma nell’immediato, film sugli X-Men nel Marvel Cinematic Universe.

Questa è stata una degna conclusione della saga. Le mie aspettative per X-men Dark Phoenix sono state ben ripagate. Non sono uscito dalla sala deluso. Ho apprezzato la trama e la sceneggiatura. Se siete fan di James McAvoy, Jennifer Lawrence o Michael Fassbender o siete solo curiosi di vedere come si comporterà l’attrice Sophie Turner nel suo primo cinecomics, allora è il film giusto per voi.

Voto:3,5/5

 

 

John Wick contro tutti in questo terzo capitolo

 Paese      USA
 Lingua      Inglese
 Anno      2019
 Durata      130 min

John Wick 3 Parabellum il nuovo film diretto da Chad Staelski e in arrivo nelle sale italiane il 16 maggio, è il terzo capitolo della saga. Nel cast oltre a Keanu Reeves ritroviamo Laurence Fishburne, apparso nel secondo capitolo, e Ian McShane. In questa pellicola si è unita al cast anche Halle Berry.

In seguito a quello che è successo nel finale del secondo capitolo, John Wick è stato scomunicato dalla società degli assassini di cui faceva parte. Ora tutti i più spietati killer della città di New York lo stanno cercando per ucciderlo. Su di lui è stata posta una taglia di 14 milioni di dollari. I soldi si sa fanno gola a tutti. John Wick quindi è passato dalla parte del nemico, ma ce ne è uno ancora peggiore che lo braccherà non solo a New York ma anche in Russia, Spagna e Marocco. Ora è solo e se vuole riavere la fiducia della società degli assassini dovrà affidarsi a vecchie conoscenze. Cosa sarà disposto a fare John pur di continuare a vivere?

Keanu Reeves, nonostante abbia superato i 50 anni, è ancora in grandissima forma. Lui e Tom Cruise sono le star del momento, per quanto riguarda il cinema action. Questo terzo capitolo è ancora più spettacolare. Qui troviamo molta più azione. Sono poche le scene di dialogo. La prima parte ha un ritmo più frenetico, quella centrale più lento. Il finale potrebbe aprire ad un quarto capitolo. Staremo a vedere. L’attore ha dichiarato che vorrebbe ancora interpretare il personaggio. Il regista Chad Staelski ha deciso di ricomporre in questi due ultimi film la coppia Reeves- Fishburne apparsa insieme per la prima volta sul grande schermo nel primo capitolo della trilogia di Matrix.  In una scena di questo terzo capitolo c’è un piccolo riferimento al primo film.  John Wick 3 Parabellum a mio avviso è migliore rispetto al secondo capitolo. Il primo, come in qualsiasi saga o trilogia, è il film migliore. Consiglio di andarvelo a vedere se siete fan di Keanu Reeves e dei film action. Uscirete dalla sala soddisfatti.

Voto:3,5/5

 

 

Avengers EndGame: la battaglia finale per le gemme dell’infinito

 Paese      USA
 Lingua     Inglese
 Anno      2019
 Durata     181 minuti

Avengers Endgame, film uscito il 24 aprile 2019 e diretto dai fratelli Russo, è la pellicola che conclude questi primi 11 anni di Marvel Cinematic Universe. La pellicola conclude anche la saga legata al mondo degli Avengers. Tutti i film usciti finora, a partire da Iron Man del 2008, sono stati realizzati per arrivare a questo risultato finale.

Come tutti ben sapranno nella parte finale di Avengers Infinity War metà della popolazione è stata decimata. In una delle scene finali si vede Nick Fury, interpretato da Samuel L. Jackson, mandare un messaggio a Captain Marvel che in Avengers Endgame arriva in soccorso di un gruppo di Avengers afflitto dalla perdita dei loro cari.  La prima parte è un’elaborazione del lutto, con Captain America e Natasha Romanoff che non riescono ad andare avanti e lasciarsi il passato alle spalle. Tra i sopravvissuti troviamo anche Hulk, Iron Man, Thor, Nebula, Falcon e Rocket Raccon.

I fratelli Antony e Joe Russo con questa pellicola danno l’addio ad alcuni dei supereroi che abbiamo visto finora nel Marvel Cinematic Universe.  La Marvel ha comunque annunciato che la fase 3  si concluderà con la pellicola Spiderman Far form Home in arrivo nei cinema a Giugno. Difficilmente vedremo una nuova pellicola sugli Avengers nel breve periodo. A mio avviso usciranno prima dei film sui Fantastici 4 e gli X-Men.

Kevin Feige presidente dei Marvel Studios ha dichiarato che la fase 4 avrà una durata di 5 anni.  Tra i film che entreranno a far parte di questa nuova fase sicuramente ci sarà quello su Vedova NeraGuardiani della Galassia 3 e tra i supereroi meno conosciuti, quelli sugli Eterni e Shang-Li.  Comunque solo al Comic-Con di Agosto Kevin Feige svelerà tutti i film che entreranno a far parte della fase 4 del Marvel Cinematic Universe.  Con Dark Phoenix verrà messa la parola fine alla saga sugli X-Men della Twenty Century Fox.

Voto: 4/5

 

 

Shazam il nuovo supereroe targato DC Comics

Shazam
 Paese      USA
 Lingua      inglese
 Anno      2019
 Durata     132 min

Shazam è il nuovo film targato Dc Comics diretto da David F. Sandberg e in uscita nei cinema italiani il 3 aprile 2019. Nel cast oltre a Zachary Levi, diventato famoso nel nostro paese per il ruolo dell’agente Chuck Bardosky nella serie Chuck, ci sono anche Mark Strong, noto al grande pubblico  grazie a pellicole come Sherlock Holmes del 2009, Robin Hood del 2010 e The Imitation Game del 2014,  Jack Dylan Grazer, famoso per la sua interpretazione di Eddie Kaspbrak in It la pellicola tratta da uno dei romanzi di Stephen King e Djimon Honsou, attore nato in Benin nell’Africa Occidentale e diventato famoso per le sue interpretazioni in film come Blood Diamond – Diamanti di sangue, King Artur: La leggenda della Spada e Captain Marvel.

Il protagonista della pellicola è Billy Batson un orfano di 15 anni che abita a Philadelphia. Da quando è stato abbandonata dalla madre, è scappato dalle famiglie affidatarie di sei contee della Pennsylvania. Lui pensa di potersela cavare da solo e l’unica cosa che gli importa è ricongiungersi con la sua vera madre. L’assistente sociale conosce bene il caso di Blly e sa che non può andarsene in giro per la città alla ricerca di chi lo ha abbandonato quando aveva solo 3 anni. Subito lo affida ad un’altra famiglia. I figli di questa coppia sono anche loro orfani. Billy fa subito amicizia con Freddy il nerd della casa, con il quale condivide anche la stanza. Nasconde bene le sue debolezze, ma non i cimeli legati al mondo dei supereroi. Nel frattempo un mago di nome Shazam è alla ricerca del suo campione, un ragazzo puro di cuore che possa ereditare i suoi poteri. Riuscirà a trovarlo?

In questa pellicola, la parte più divertente riguarda i test sui superpoteri e le cose riservate agli adulti che cerca di fare Billy. Il regista Sandberg per quanto riguarda la scelta di Zachary Levi ha ribadito:“Era importante trovare qualcuno che potesse sentirsi un bambino nel corpo di un adulto. Penso che un errore frequente negli adulti quando provano ad interpretare un bambino, è che tendono ad abbassare semplicemente il quoziente intellettivo, facendolo sembrare uno stupido. I bambini però non sono stupidi: sono solo inesperti e hanno un’incredibile gioia di vivere. E non hanno i filtri che invece possiedono molti adulti. Quindi questo è ciò che stavamo cercando e quello che abbiamo trovato assolutamente in Zachary Levi”. In Shazam ho apprezzato la scelta del cast e la trama. Al momento non sappiamo se questo film sarà il migliore realizzato dalla Dc Comics, visto che tra qualche mese uscirà una Origin Story sul Joker con Joaquin Phoenix, ma mi sento di consigliarvelo.

Voto: 3,5/5

 

 

 

 

 

 

Captain Marvel: origin story con un occhio ad Avengers End Game

 

 Paese      USA
 Lingua      Inglese
 Anno      2019
 Durata     124  min

Captain Marvel è il nuovo film Marvel diretto da Anna Boden e Ryan Fleck e uscito nei cinema italiani il 6 marzo 2019. Nel cast troviamo Brie Larson, attrice diventata famosa per pellicole come Don Jon  dove recita insieme a Scarlett Johansson, Room e Un disastro di ragazza, Samuel L. Jackson e Jude Law.

La pellicola è ambientata inizialmente nello spazio e più precisamente sul pianeta Hala, patria dei Kree nobili guerrieri da sempre in lotta con i mutaforma Skrull.  Verse viene addestrata da Yong-Rogg a combattere controllando le proprie emozioni e cercando di usare il meno possibile i suoi poteri. La suprema Intelligenza le dice che sono stati loro a fornirglieli e per questo deve servire il suo popolo. Lei però non ricorda nulla del suo passato. I suoi ricordi riaffiorano quando viene catturata dagli Skrull durante una missione della Starforce, squadra di nobili guerrieri della quale fa parte,  e sottoposta ad un interrogatorio mentale. I mutaforma stanno cercando un motore a velocità della luce costruito da una dottoressa di nome Wendy Lawson.  Riuscirà Verse a trovarlo prima che gli Skrull se ne impossessino? 

Captain Marvel è il primo film della Marvel su una eroina femminile che si discosta molto dalla Wonder Woman della DC Comics. Questa è una origin story che ci presenta un supereroe che sarà fondamentale in Avengers End Game uno degli ultimi film della fase 3 del Marvel Cinematic Universe. La seconda scena post-credit non chiarisce se ci sarà o meno un sequel visto che al momento la Marvel ha altri progetti. Brie Larson però potrebbe entrare in pianta stabile nella squadra degli Avengers. Sicuramente nei prossimi mesi ne sapremo di più sulle sorti di questo nuovo supereroe. Ho apprezzato molto come è stata applicata la CGI sul personaggio di Nick Fury interpretato da Samuel L.Jackson, la sceneggiatura e la scelta del cast. Brie Larson è stata perfetta nella parte di Captain Marvel.  Ho trovato divertenti le scene nelle quali compare il gatto Goose. 

Se anche voi siete fan dei cinecomics, di Samuel L.Jackson o Jude Law allora non potete perdervi Captain Marvel che a mio avviso è un buon film di origini su un supereroe Marvel. Uscirete dalla sala soddisfatti. 

Voto:3/5

 

 

 

Aquaman il nuovo cinecomics DC diretto da James Wan

 Paese      USA
 Lingua      Inglese
 Anno      2018
 Durata      143 min

Aquaman è il nuovo cinecomics DC prodotto dalla Warner Bros e diretto da James Wan, regista noto per pellicole come Saw-L’enigmista del 2004, L’evocazione -The Conjuring del 2013 e Fast & Furious 7 del 2015, che uscirà nei cinema italiani il 1 gennaio 2019. In questa pellicola oltre a Jason Momoa, diventato famoso per il ruolo di Khal Drogo nella prima stagione di Game of Thrones, c’è un cast di comprimari niente male, formato da Amber Heard, attrice che si è fatta conoscere per aver recitato in pellicole come Machete Kills, Three Days to Kills e Magic Mike XXL, Dolph Lundgren, attore svedese diventato un’icona del cinema action tra gli anni 80 e 90 ma reso famoso dalla sua interpretazione di Ivan Drago in Rocky 4, Patrick Wilson, noto al grande pubblico per pellicole come The Conjuring, The A-Team e Passengers, Willem Dafoe che a gennaio vedremo nei cinema italiani con il film su Van Gogh è il Premio Oscar Nicole Kidman.

Aquaman è una origin stories che narra le vicende di Artur Curry un uomo mezzo umano e mezzo atlantideo nato dall’amore clandestino tra Tom guardiano del faro  e Atlanna regina di Atlantide. Lui è un lupo solitario che non ha mai visto Atlantide. Nel cuore della notte mentre sta per far ritorno al faro insieme al padre, Artur  viene raggiunto da Mera, una ragazza mandata sulla terra da Vulko, consigliere dell’attuale re di Atlantide e addestratore di Aquaman da quando è ragazzo. Il mezzo umano e mezzo atlantideo le fa capire che non è interessato a diventare re.  Riuscirà Mera, la giovane principessa proveniente dal regno acquatico di Xebel, a portarlo dalla sua parte nella battaglia contro suo fratello Orm?

La Warner e la DC Comics non potevano scegliere un regista migliore di James Wan. Per quanto riguarda le scene action è una garanzia, avendo diretto anche Fast and Furious 7 pellicola campione di incassi nel 2015.  Per quanto riguarda il personaggio di Aquaman Jason Momoa ha dichiarato:”La sceneggiatura conteneva questa bellissima storia delle origini che segue le vicende di un bambino mentre scopre i suoi superpoteri, per poi passare all’avventura dell’uomo fino a diventare re“.

Aquaman non è un capolavoro come la trilogia del Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan o Wonder Woman diretto da Patty Jenkins nel 2017, ma il nuovo cinecomics DC di James Wan merita di essere visto. I fans del fumetto e dei film sui supereroi usciranno dalla sala soddisfatti. 

Voto:3,5/5