Stronger: la vera storia di Jeff Bauman l’eroe del nuovo millennio

 Paese      USA
 Lingua      Inglese
 Anno    2017
 Durata    116 min

Stronger è il nuovo film diretto da David Gordon Green e uscito nelle sale italiane il 4 luglio 2018. La pellicola uscì nelle sale americane il 22 settembre 2017 e venne presentata in anteprima alla dodicesima edizione della Festa del cinema di Roma. Nel cast del film troviamo l’attore americano Jake Gyllenhaal nei panni del protagonista.

La pellicola narra la storia di Jeff Bauman, un ragazzo  colpito dall’esplosione avvenuta durante la maratona di Boston del 2013. Nel film lo si vede posizionarsi  nei pressi del traguardo con un cartellone scritto da lui e indirizzato verso Erin, la ragazza che stava cercando di riconquistare. Rispetto ad altre persone lui è più fortunato. Riuscì a sopravvivere, ma dovette  passare il resto della sua vita su una sedia a rotelle per via dell’amputazione di entrambe le gambe. Dal giorno del suo rientro a casa Jeff diventò  l’eroe di questa enorme tragedia che sconvolse non solo la città di Boston ma l’America intera il 15 aprile di 5 anni fa.

In Stronger David Gordon Green ci mostra fin da subito l’ex ragazza di Jeff senza farci capire come siano arrivati alla fine del loro rapporto.  Secondo me andava introdotta più avanti nel film, o perlomeno andava trattato meglio il suo personaggio. Questo è l’unico appunto che mi sento di fare sulla sceneggiatura. Grande interpretazione di Jake Gyllenhall. L’attore americano andava inserito tra i candidati come Miglior attore protagonista agli Oscar di quest’anno.  La sua unica candidatura fu nel 2006 come Miglior attore non protagonista per la pellicola I segreti di Brokeback Mountain.  Guardando i 9 film che l’ Accademy ha deciso di candidare quest’anno sembra proprio che per Stronger non poteva esserci spazio.   Potremmo vedere Jake Gyllenhall nuovamente al cinema con il film Wildelife presentato in anteprima il 10 maggio a Cannes ma del quale non si sa ancora la data di uscita nei cinema e con il cinecomics Spiderman Homecoming 2 nel ruolo del villain in uscita il 4 luglio 2019.

Se siete fan di Jake Gyllenhall non potete perdervi questo struggente dramma sentimentale sulla storia di Jeff Bauman, l’eroe del nuovo millennio.  Uscirete dalla sala soddisfatti.

Voto:3/5

 

 

Maccio Capatonda sbarca su Sky Atlantic con una nuova serie tv

Maccio Capatonda

Dopo il debutto su Now Tv il mese scorso, questa sera approderà su Sky Atlantic The Generi la nuova serie tv di Maccio Capatonda. Il comico abruzzese, diventato famoso grazie ai personaggi di Padre Maronno, L’ispettore Catiponda presenti negli sketch di Mai dire Lunedì e del cantante piagnucoloso Mariottide in Mai dire Martedì, programmi ideati dal trio comico Gialappa’s Band, attualmente si divide tra cinema e serie tv. La sua carriera sul grande schermo è ancora agli inizi visto che ha diretto e interpretato soltanto due film:Italiano Medio del 2015 e Omicidio all’Italiana nel 2017. Ha preso parte anche al film di Enrico Lando Quel Bravo Ragazzo in un ruolo secondario come quello del parroco don Isidoro.  Il ruolo del protagonista è interpretato dalla sua spalla  Herbert Ballerina. Per quanto riguarda il piccolo schermo questa è la terza  serie tv che lo vede sia come regista e protagonista. Le prime due sono state Mario del 2013 e Mariottide la sitcom del 2016.

The Generi è una serie tv che attraversa i vari generi cinematografici. Questa sera alle ore 22:50  ci saranno i primi due episodi degli otto totali.  Maccio Capatonda interpreta Gianfelice Spagnagatti, un quarantenne  la cui routine richiede che stia sempre solo in casa, a scrivere recensioni e ad ordinare vestiti e cibo online. Neanche la sua vicina di casa, che ha una cotta per lui, riesce a smuoverlo da questa convinzione.  I generi che il protagonista si troverà a vivere in queste due prime puntate saranno il western e l’horror.  In questa prima stagione ci sarà spazio anche per il fantasy, la commedia sexy anni ’70, il noir, i supereroi e i quiz. Essendo una produzione Sky, ci sarà anche una partecipazione alle audizioni del talent musicale X-Factor.

Vedremo come gli amanti delle serie tv Sky accoglieranno questa serie tv che già dal trailer promette grandi risate. Lo stile è come sempre quello surreale tipico di Maccio Capatonda. Alcuni fortunati abbonati Sky che sono in possesso anche di Sky on demand hanno potuto vedere gli otto episodi nella nuova collezione Generation dal 7 giugno.

 

 

 

 

 

Obbligo o Verità il nuovo horror-thriller Universal

 Paese      USA
 Lingua     Inglese
 Anno      2018
 Durata    100  min

Obbligo o verità è il nuovo horror-thriller diretto da Jeff Wadlow, regista di Nickname:Enigmista del 2005, Never Back Down-Mai arrendersi del 2008 e Kick-Ass del 2013 e uscito il 21 giugno 2018 nei cinema italiani. Di questa pellicola ne è anche lo sceneggiatore e il produttore.  Nel cast del film oltre a Lucy Hale, diventata famosa per la serie tv Pretty  Little Liars   e per le pellicole 4 amiche e un paio di jeans 2 del 2008, Scream 4 del 2011 e Dude uscito ad aprile 2018 su Netflix, c’è Tyler Posey famoso per la serie Teen Wolf  andata in onda tra il 2011 e il 2017 su MTV.

Un gruppo di ragazzi universitari decide di fare una vacanza in Messico. L’ultima sera Olivia conosce  un coetaneo di nome Carter e insieme agli amici si recano in una chiesa abbandonata dove iniziano il gioco “obbligo o verità”. Il gioco finisce quando il ragazzo confessa ad Olivia di averla ingannata dicendo di aver offerto lei e i suoi amici al suo posto nel gioco “obbligo o verità”. Al loro ritorno all’università, una forza oscura li obbliga a continuare il gioco alzando la posta. I ragazzi saranno costretti a rivelare verità sempre più scomode e a impegnarsi in vere e proprie questioni di vita o morte.  Secondo le regole del gioco non possono rifiutarsi. Riusciranno il gruppo di universitari a spezzare la maledizione messicana e a porre fine al gioco? 

Parlando della genesi del film il regista americano Jeff Wadlow ha ribadito:”Con Jason abbiamo avuto un primo incontro per discutere del progetto generale e ci siamo davvero divertiti. Abbiamo vagliato diverse idee e mi ha chiesto di rivederci dopo qualche mese. Così insieme al produttore esecutivo Couper Samuelson, mi hanno proposto di scrivere e dirigere un film intitolato “Obbligo o verità“. Discutendo poi della sua ispirazione, il regista e sceneggiatore americano ha spiegato:”Volevo fare un film intelligente, divertente, spaventoso e con una vera e propria posta in gioco.  Cry Wolf è stato il mio primo morso alla mela del genere horror, e quando Jason e Couper, sono venuti da me con questa idea, ho pensato che sarebbe stata una grande occasione per creare un film al quale il pubblico potesse credere.  

Il modello al quale si è ispirata questa pellicola è stato Final Destination, un horror nel quale non esiste nè un cattivo e nè un mostro, dove la lotta è direttamente con la morte, qualcosa che non si vede mai. Obbligo o verità è un horror che si guarda, più con la curiosità di capire quali strade troverà la morte per catturare il gruppo di universitari, che con la paura visto che non ci sono scene molto violente.  La caratteristica della Blumhouse Productions, casa di produzione americana, è la realizzazione di horror a basso budget come Scappa Get Out, Split , Auguri per la tua morte, Incarnate non potrai nasconderti,  The Visit solo per citarne alcuni. Di questa pellicola ho apprezzato la trama e la scelta del cast. Ne consiglio la visione. Se siete amanti del genere horror, non potete perdervi questo film da oggi in sala. 

Voto:3/5

 

 

 

La truffa dei Logan

 Paese     USA
 Lingua     Inglese
 Anno      2017
 Durata     119 min

La truffa dei Logan è la nuova commedia diretta da Steven Soderbergh, regista di pellicole come Traffic con Michael Douglas, Erin Brokovic con Julia Roberts, la trilogia Ocean’s uscita tra il 2001 e il 2007  e la serie tv con protagonista Clive Owen The Knick  uscita nel 2014.  Nel cast di questo film ci sono Channing Tatum, attore diventato famoso grazie a Step Up del 2007, G.I.Joe La nascita dei cobra del 2009 e Magic Mike del 2012, Katie Holmes, famosa per la serie tv Dawson’s Creek e per alcune pellicole come In linea con l’assassino, e Batman Begins, e Daniel Craig famoso grazie a Era mio padre del 2002, Millennium-Uomini che odiano le donne del 2012 e quattro film  su James Bond.

In questa pellicola ci troviamo nel West Virginia e il protagonista è Jimmy Logan   che viene licenziato dal suo lavoro di operaio alla Charlotte Motor Speedway. Dopo essere andato a trovare il fratello Clyde, veterano che ha perso la mano nella guerra in Iraq, gli comunica che ha intenzione di rapinare proprio il posto dove lavorava fino a qualche giorno prima. Lui accetta e insieme a Jimmy decidono di reclutare la sorella Mellie, un rapinatore di nome Joe Bang che si trova in carcere e i suoi fratelli Sam e Fish. Il piano è quello di riportare Joe in carcere dopo la rapina alla Speedway.  Per raccogliere tutti i soldi che si trovavano nel caveau, Joe improvvisa un esplosivo per far detonare i tubi metallici. Riusciranno Jimmy, Clyde, Mellie, Joe, Sam e Fish a mettere a segno la rapina?

Steven Soderbergh torna al cinema cinque anni dopo la pellicola Effetti Collaterali del 2013. La truffa dei Logan ha una trama ben scritta, simile a Ocean’s 11.  Daniel Craig, nonostante fosse il suo primo ruolo comico, se l’è cavata bene.  Il cast sicuramente è il punto di forza della pellicola.  Rispetto al film con Matt Damon, Brad Pitt, George Clooney e Julia Roberts La truffa dei Logan è decisamente più divertente.  Ne consiglio la visione.

Voto:3/5

 

 

The Strangers: Prey at Night

 Paese      USA
 Lingua      Inglese
 Anno      2018
 Durata      85 min

The Strangers: Prey at Night è il sequel dell’horror The Strangers uscito nel 2008. Questa pellicola è uscita nelle sale italiane il 31 maggio 2018 ed è diretta da Johannes Roberts. Già nell’agosto del 2008, dopo l’uscita del primo film, si era parlato di un sequel, le cui riprese sono iniziate soltanto nel giugno del 2017.

La pellicola narra la storia di Cindy, Mike e i loro due figli Kinsey e Luke. Kinsey è una ragazza ribelle e problematica, sempre in conflitto con i propri genitori. L’unica soluzione che Cindy e Mike riescono a trovare è quella di una  breve vacanza lontano dalla città, in un villaggio fatto di prefabbricati e gestito dagli zii. La speranza è che possa tornare la serenità all’interno della famiglia. All’interno di questo villaggio, si manifestano tre persone mascherate che, senza un apparente motivo, prendono di mira i quattro protagonisti. Riusciranno a salvarsi oppure le tre persone mascherate avranno la meglio?

Rispetto al primo film uscito dieci anni fa, c’è molta più violenza, le morti sono più brutali. Avendo visto la prima pellicola, non sapevo cosa aspettarmi da questa seconda. Il rischio in questi sequel è di non riuscire a fare un film almeno sui livelli del 2008. Devo dire che questo è migliore rispetto al primo. Ho apprezzato l’utilizzo dei  jump scare. Di solito negli horror degli ultimi anni se ne abusa un pò troppo di questa tecnica, mentre invece in questa pellicola no. Il regista gli ha utilizzati bene. In questa pellicola cambia la location ma la trama rimane più o meno simile a quella di The Strangers uscito nel 2008. Certo non stiamo parlando di capolavori del cinema horror come Scream del 1996, L’esorcista del 1973, Profondo Rosso del 1975 e Suspiria del 1977 diretti entrambi da Dario Argento, solo per citarne alcuni. Comunque tra gli horror usciti negli ultimi 2/3 anni, The Strangers: Prey At Night è uno dei migliori.  Ne consiglio la visione.

Voto:3/5

 

 

Deadpool 2: il ritorno al cinema dell’anti-eroe mercenario di casa Marvel

 Paese      Usa
 Lingua      Inglese
 Anno      2018
 Durata    119 min

Deadpool 2 è l’attesissimo cinecomics Marvel prodotto dalla 20th Century Fox e diretto da David Leitch. La pellicola è uscita nelle sale italiane il 15 maggio mentre in america uscirà il 18. Nel cast del film  oltre a Ryan Reynolds, c’è anche Josh Brolin presente anche in Avengers Infinity War. Strano che un attore faccia parte del cast di due cinecomics molto attesi, usciti in questi ultimi due mesi.

L’antieroe mercenario dalla battuta sempre pronta, in questo secondo capitolo si ritrova a combattere in giro per il mondo. Un evento che cambierà per sempre la sua vita, lo porta alla residenza degli X-Men dove ritrova Colosso il mutante che ha l’abilità di trasformare il proprio corpo in un quasi indistruttibile “acciaio organico” e Testata Mutante Negasonica  che ha il potere della telepatia.  Il nemico con il quale si dovrà confrontare è Cable, un cyborg mutante proveniente da un misterioso futuro. L’obiettivo però sembra essere un ragazzino di nome Russell cresciuto in un orfanotrofio. Il suo super-potere è quello di lanciare palle di fuoco dalle mani. Per salvarlo Deadpool forma una squadra che decide di chiamare X-Force. All’interno di questa squadra troviamo anche nuovi personaggi come Domino e Shatterstar.  Come mai Cable vuole a tutti i costi  far fuori il ragazzino?

In Deadpool 2 ci sono più personaggi rispetto al primo capitolo. Di questa pellicola ho apprezzato la trama. Certo le battute del mercenario mutante con la capacità di auto rigenerarsi, non sono a livello di quelle del primo film, ma comunque conducono lo spettatore in sala alla risata. Le scene d’azione sono state girate molto bene. Non a caso, il regista è David Leitch che, negli ultimi anni ha diretto John Wick e Atomica Bionda. Rispetto al primo  troviamo molta più violenza e splatter. Negli Usa la pellicola è stata vietata ai minori di 17 anni mentre in Italia no. Se siete fan di Deadpool e dei cinecomics Marvel, non potete perdervi questo secondo capitolo. Non deluderà le vostre aspettative.

Voto:3,5 /5

 

 

 

 

A Beautiful Day un mix letale di violenza e vendetta

 Paese     USA
 Lingua      Inglese
 Anno    2017
 Durata    95  min

A Beautiful Day è un thriller diretto da Lynne Ramsay. La pellicola è uscita il 1 maggio nelle sale italiane. Nel cast c’è anche l’attore l’attore americano Joaquin Phoenix che si è fatto conoscere attraverso  film come Il Gladiatore, I Padroni della notte, Vizio di Forma e Irrational Man.

Il protagonista è Joe un uomo che abita insieme alla madre anziana. Lui è un veterano di guerra affetto da un disturbo post-traumatico  che attualmente lavora come mercenario per chi vuole liberarsi di uomini pericolosi.  Il suo ultimo incarico riguarda il salvataggio di Nina la figlia di un politico locale finita in un giro di prostituzione minorile. Con il solo martello come arma, unito alla brutale violenza dei suoi pugni, Joe dovrà liberare la ragazzina e riportarla da suo padre. In lui improvvisamente affiora un istinto paterno e un desiderio di proteggerla che vanno ben oltre il lavoro per il quale è stato profumatamente pagato. Joe però non ha fatto i conti con i trafficanti del sesso ai quali è stata sottratta Nina.

In A Beautiful Day, vincitore al Festival di Cannes del 2017 di due premi quello per il miglior attore andato a Joaquin Phoenix e quello per la miglior sceneggiatura, la trama è semplice e il passato di Joe ci viene spiegato  attraverso dei flashback.  Forse alla giuria del festival francese è piaciuto il modo di raccontare la storia della regista Lynne Ramsey e la grande interpretazione di Joaquin Phoenix. La frase:”Se lei è lì la troverò”, fa capire che Joe, quando accetta un incarico lo porta a termine. Lui non fallisce mai. Joaquin Phoenix si dimostra camaleontico, riuscendo ad interpretare personaggi sempre diversi. La definizione di Taxi Driver del ventunesimo secolo coniata dai critici presenti all’anteprima di Cannes, calza a pennello.  Due sono i punti in comune tra il personaggio di Joe interpretato da Joaquin Phoenix e quello di Travis interpretato da De Niro nel capolavoro del 1976. Il primo è che sono entrambi ex veterani di guerra con dei  disturbi, il secondo invece quello di voler proteggere due ragazzine che si trovano immischiate nel giro della prostituzione.

Questo non è un film adatto a tutti, anche se da parte della regista non viene mostrata tutta la brutalità dei colpi inferti dal protagonista. Non sono un grande fan di Joaquin Phoenix, ma in questo film ho apprezzato la sua interpretazione.  In questo 2018 abbiamo visto l’attore americano già nelle sale italiane con il film religioso Maria Maddalena uscito il 15 marzo. Prossimamente lo vedremo anche nei panni del Joker nello spin-off  delle pellicole su Batman. Consiglio la visione di questo thriller/noir anche a chi non è fan di Joaquin Phoenix.

Voto:3,5/5

 

Avengers Infinity War : 10 anni di Marvel Cinematic Universe

 Paese      USA
 Lingua      Inglese
 Anno      2018
 Durata     149 min

Avengers Infinity War è un film diretto dai fratelli  Anthony e Joe Russo e uscito nelle sale italiane il 25 aprile. Questa è la pellicola conclusiva dei primi 10 anni del Marvel Cinematic Universe.  Nel cast della pellicola ritroviamo Chris Evans che non vedevamo sugli schermi cinematografici da Captain America Civil War, Mark Ruffalo nei panni di Hulk e Chris Hemsworth nei panni di Thor lasciati inspiegabilmente fuori dal terzo e ultimo film su Steven Rogers.

In Avengers Infinity War la minaccia si chiama Thanos, uno dei villain più potenti del Marvel Cinematic Universe, proveniente da Titano.  Gli Avengers con il supporto di Black Panter, Doctor Strange e I Guardiani della Galassia dovranno evitare che venga in possesso di tutte e sei le gemme dell’infinito. La battaglia avverrà su tre zone diverse. Nello spazio, sulla terra e nel Wakanda. Ritroveremo il super tecnologico Stato dell’Africa, con il suo sovrano T’Challa.  Da questo film è stato inserito come membro del team degli Avengers anche il giovane Spiderman. In aiuto del team di supereroi viene chiamato anche Doctor Strange. Nel caso Thanos dovesse recuperarle tutte, potrebbe spazzare via metà della popolazione della terra, con il solo schiocco delle dita. Riusciranno i supereroi Marvel ad evitare tutto questo? La battaglia con il potente Tanos porterà a delle perdite?

Per Avengers Infinity War, la pellicola che comprende tutti i supereroi arrivati al cinema in questi 10 anni di Marvel Cinematic Universe, la Marvel non poteva che scegliere il più potente tra i villain. Ce ne hanno messo di tempo, ma alla  fine ne hanno collezionato uno come si deve,  a mio avviso il migliore della Marvel. Questo rimane il miglior cinecomics non solo del 2018 ma anche dei primi 10 anni di Marvel Cinematic Universe. Ho apprezzato la trama e anche la caratterizzazione dei personaggi, in particolare quello di Gamora. Nel corso della pellicola scopriamo le sue origini e anche il suo collegamento con il supercriminale Tanos. Di tutti i personaggi Marvel presenti nella pellicola, Black Panter è quello che mi è piaciuto di meno. Sembrava un pò sottotono rispetto al film sul suo personaggio uscito nel mese di febbraio.

Se siete fan del Marvel Cinematic Universe o dei fumetti sui supereroi, allora non potete perdervi Avengers Infinity War. Uscirete dalla sala soddisfatti.  Per vedere cosa ci riserverà il quarto capitolo cinematografico sugli Avengers, bisognerà aspettare il 2019.  Comunque la scena post credits potrebbe dare una piccola  anticipazione.

Voto:5/5

 

 

 

Molly’s Game la vera storia della principessa del Poker

 Paese      USA
 Lingua      Inglese
 Anno      2017
 Durata    140 min

 

Molly’s Game  è un biopic diretto da Aaron Sorkin, alla sua prima esperienza da regista e uscito nelle sale italiane il 19 aprile 2018. Nel cast del film anche l’attore britannico Idris Elba diventato famoso grazie a pellicole come Ghost Rider-Spirito di Vendetta, The Gunman insieme a Sean Penn e Javier Barden, La Torre Nera tratto da uno dei libri di Stephen King e il cinecomics Marvel Thor: Ragnarok  e il premio Oscar Kevin Costner.

La pellicola narra la vera storia di Molly Bloom un’ex sciatrice free-style che nella gara che poteva qualificarla alle Olimpiadi invernali di Salt Lake City del 2002 subisce un brutto incidente che ne compromette la carriera. La giovane ragazza, decide di rimandare l’inizio della scuola di legge ad Harvard per trasferirsi a Los Angeles. Per mantenersi lavora come cameriera in uno dei locali più esclusivi della città californiana. Una sera mentre sta ordinando da bere ai tavoli incontra Dean Keith. Da quel momento la sua vita cambia. Prima diventa la sua  assistente personale venendo introdotta nelle serate del poker clandestino organizzate il martedì  al Cobra Lounge e poi grazie a Giocatore X, diventa l’organizzatrice delle serate più ambite a Los Angeles e New York con un buy-in (cifra da pagare per l’ingresso ad un torneo di poker) di 250000 dollari.

Per essere alla sua prima regia Aaron Sorkin se l’è cavata molto bene.  Il punto forte di Molly’s Game è la sceneggiatura. In questa pellicola il regista ci mostra la protagonista in tutte le sue diverse fasi: quella di bambina, quella adolescenziale, quella di ragazza che dopo il college decide di andare a Los Angeles e infine quella adulta. In quest’ultima fase la troviamo nello studio di un avvocato in procinto di affrontare un processo. L’accusa è quella di aver organizzato partite di poker clandestino e aver intrattenuto rapporti con la mafia russa. Consiglio la visione della pellicola non solo agli amanti dei film biografici,  sul poker, ai fan degli attori Idris Elba e Kevin Costner ma anche a chi ha soltanto sentito parlare di Molly Bloom e vuole saperne di più. Non ne rimarrete delusi.

Voto: 3,5/5

 

 

Game Night-Indovina chi muore stasera?

 Paese     USA
 Lingua     Inglese
 Anno     2018
 Durata    100 min

Game Night è la nuova thriller commedy diretta da John Francis Daley e Jonathan M.Goldstein, sceneggiatori di Come ammazzare il capo e vivere felici, e in arrivo nelle sale italiane il 1 maggio 2018.  Nel cast della pellicola ci sono  Jason Bateman, diventato famoso per film  come Palle al balzo -Dodgeball nel quale però aveva un ruolo secondario,quello del commentatore delle partite, Come ammazzare il capo e vivere felici, il thriller Regali da uno sconosciuto – The Gift e la commedia natalizia La Festa prima delle feste insieme a Jennifer Aniston e Rachel McAdams, resa celebre da pellicole come Sherlock Holmes insieme a Robert Downey Jr e Jude Law, Midnight in Paris insieme a Owen Wilson, Il caso Spotlight insieme a Michael Keaton e Mark Ruffalo  e Doctor Strange.

I protagonisti di Game Night sono Max e Annie, una coppia felicemente sposata che nel weekend organizza serate gioco insieme ad altre coppie di amici. Un giorno, ricompare nella loro vita Brooks, il fratello carismatico di Max, che non vedevano da più di un anno. Quando arriva in casa di Max e Annie per partecipare ad una serata gioco, dice loro che si fermerà qualche giorno per affari. Il giorno dopo li invita ad una serata gioco nella sfarzosa  casa che ha affittato. Quella che ha organizzato è una cena con delitto nella quale improvvisamente arriveranno dei finti agenti federali e dei criminali improvvisati. Dopo il rapimento di Brooks, Max e i suoi amici pensano ancora che faccia parte del gioco. Senza perdere tempo, si mettono alla ricerca degli indizi  che portano alla risoluzione del caso. Farà tutto parte della cena con delitto organizzata dal fratello di Max Brooks?

I registi John Francis Daley e Jonathan M.Goldstein, al loro secondo film dietro la macchina da presa, confezionano un film come Game Night che unisce due generi diversi come la commedia e il thriller. Jason Bateman e Rachel McAdams sono perfetti nel ruolo di marito e moglie appassionati di giochi di società. La McAdams mi ha sorpreso in questo ruolo comico. Questa è la prima commedia con un ruolo da protagonista. Nel 2005 aveva partecipato al film  Due single a nozze, ma aveva un ruolo secondario. Ne consiglio la visione. Questa è una commedia nella quale si ride dall’inizio alla fine. Dopo la visione di questa pellicola, vi verrà anche a voi la voglia di organizzare serate gioco insieme ai vostri amici. Dal 1 maggio correte al cinema se non volete perdervi questa nuova commedia targata Warner Bros.

Voto 3,5/5