Bohemian Rapsody: il biopic sui Queen che i fan stavano aspettando

 Paese     USA, REGNO UNITO
 Lingua      Inglese
 Anno      2018
 Durata      134 minuti

Bohemian Rapsody è il nuovo film diretto da Brian Singer, regista noto per aver diretto pellicole come I soliti Sospetti, X-Men  e Superman Returns, e uscito nei cinema italiani il 29 novembre.  Nel cast della pellicola ci sono Rami Malek nei panni di Freddy Mercury, Ben Hardy in quelli di Roger Taylor Gwilym Lee in quelli di Brian May e di Josep Mazzello in quelli di John Deacon.

Bohemian Rapsody racconta le origini di una band leggendaria come quella dei Queen, partendo da come si sono conosciuti, i loro primi album, i loro primi tour.  Inevitabilmente è la figura di Freddy Mercury che spicca più di tutte. Comunque il regista Brian Singer vuole raccontare la storia della band.  Nella pellicola ci viene mostrata solo una parte della vita di una delle migliori voci della storia del Rock, anche il momento della scoperta di aver contratto l’HIV, che lo portò alla morte il 24 novembre del 1991. Brian May e Roger Taylor sono i produttori musicali del film. 

A parte qualche inesattezza storica, il film è uno dei migliori biopic degli ultimi anni. Rami Malek ha fatto un lavoro strepitoso sul personaggio di Freddy Mercury. Non tanto nella prima parte di Bohemian Rapsody, ma in quella centrale dove lo vediamo con i capelli corti e  i baffi è tale e quale a Freddy Mercury.  Non mi stupirei se candidassero Rami Malek nella categoria miglior attore agli Oscar che si svolgeranno a febbraio.  Quindi posso dire che la scelta del cast è stata ottima.  Vedendo il lavoro fatto da Brian Singer su Bohemian Rapsody, posso dire che hanno fatto bene a ritardarne l’uscita. 

Rami Malek in un’intervista riguardo le critiche sul fatto che la pellicola non sia riuscita a raccontare l’intera storia di Freddy Mercury ha risposto:“So che in quesdte due ore di film l’intento era quello di celebrare la vita di Freddie ed è stato fatto un grande sforzo per far si che questo film non fosse edonistico o allusivo.  Penso che a tutti noi avrebbe fatto piacere raccontare di più circa la relazione che Freddy ha avuto con Jim Hutton nell’ultimo periodo della sua vita. La loro storia è stata meravigliosa, fosse stato per me avrei aggiunto un’altra ora a questo film per colmare le lacune della trama”

Consiglio di andare a vedere questo film  anche se non siete fan dei Queen, amanti dei biopic o fan di Rami Malek. Uscirete dalla sala soddisfatti. Come diceva Freddy Mercury in una canzone dell’ultimo album dei Queen Innuendo, uscito alcuni mesi prima della morte, The Show Must Go On.  

Voto:4/5

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *