Arrivederci Professore

 Paese    USA
 Lingua    inglese
 Anno    2019
 Durata    90 minuti

Arrivederci Professore (The Professor) è un film del 2019 scritto e diretto da Wayne Roberts con protagonisti Johnny Depp, Rosemarie DeWitt, Danny Huston, Zoey Deutch, Ron Livingston e Odessa Young. È stato presentato in anteprima mondiale allo Zurich Film Festival il 5 ottobre 2018.

Johnny Depp ripropone la sua ennesima performance istrionica sempre uguale, ma almeno qui interpreta un personaggio fuori dai suoi soliti canoni che ormai lo ha caratterizzato in questi anni, e lo fa senza infamia ne lode. Mi è piaciuto il fatto che il film parte subito come una bomba senza miccia, senza inutili preamboli.  Arrivederci Professore fa crescere la consapevolezza nel suo protagonista mentre la malattia lo corrode.

Il film, a dispetto dei suoi lodevoli intenti,  si lascia vedere molto volentieri e commuove perfino ma rimane troppo in superficie. La prima parte non solo è diversa da questo film di genere, ma dà interessanti spunti di riflessione sull’aspetto della società borghese a dispetto della malattia. Gli omaggi e le citazioni a classici del cinema d’insegnamento come L’attimo fuggente (1989) e Will Hunting – Genio ribelle (1997) sono palesi, ma non fastidiosi.

Richard è un personaggio che ha ancora bisogno di capire qualcosa, ma che non ha tempo per farlo e allora, a volte si lascia andare alle emozioni e piange. Lui è la voce della coscienza di ogni persona. Il punto debole è rappresentato dagli inni motivazionali sulla vita e sulla morte, troppo calcati e che cadono un po’ nello stereotipo. Non è un mistero che negli Stati Uniti, Arrivederci professore è stato snobbato dalla stampa specializzata. Però rimane comunque un buon film che vi farà commuovere e divertire, con un attore che finalmente è riuscito ad interpretare un personaggio diverso.Vale la pena darci un occhiata😉. Potete seguirmi anche sulla pagina facebook Te lo dice Matteo se volete leggere i miei articoli.

Trama

Richard, un professore del college, riceve una diagnosi che può cambiargli la vita e decide di rinunciare a tutte le convenzioni e alle apparenze per vivere la propria esistenza nel modo più coraggioso e libero possibile. Con un senso dell’umorismo tagliente, coraggio e un pizzico di follia, attraversa ogni tipo di vizio: fuma, beve, fa sesso e rivolge insulti a chiunque gli dia fastidio, provando un piacere mai avuto in tanti anni.

2,5/5

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *