Countdown l’horror tecnologico diretto da Justin Dec

 

 Paese    USA
 Lingua     inglese
 Anno    2019
 Durata    90 minuti

Countdown è il nuovo horror diretto da Justin Dec. La pellicola è arrivata nei cinema italiani il 21 novembre 2019. Nel cast ci sono Talitha Eliana Bateman,  diventata famosa per film come Annabelle 2 Creation e Tuo Simon, e Elizabeth Lail diventata famosa per aver interpretato il ruolo di Guinevere Beck nella prima stagione della serie Netflix You.

La protagonista di Countdown è Quinn un’infermiera che scarica per gioco un’app che rivale il momento esatto nel quale morirà il proprietario del telefono.  Subito si accorge che gli rimane poco tempo da vivere. Inavvertitamente infrange il contratto d’utenza e il conteggio diminuisce in maniera più rapida.  Quinn dopo una ricerca in rete capisce che questo avviene se si cambia il proprio destino. Grazie all’aiuto di un ragazzo afroamericano che si trova ad affrontare il suo stesso destino e un hacker riesce a scoprire che anche la sorella ha scaricato l’applicazione. Purtroppo non può essere disinstallata.  Quinn riuscirà ad evitare la sua morte e quella delle persone che le sono vicine?

L’idea di Countdown vedendo i primi trailer sembrava interessante, il film un pò meno. Per la realizzazione di questo horrror-thriller è stato preso come riferimento il primo The Ring del 2003. In quel caso era la visione di una videocassetta a provocare la morte. Ora invece la tecnologia è cambiata e si è passati alle applicazioni per smartphone. E’ difficile essere originali in questi tipi di horror. Gli unici momenti che ho apprezzato di questa pellicola sono i jumpscare ben organizzati e l’interpretazione di Elizabeth Lail. Tra le cose negative della pellicola ci sono anche le battute all’interno di Countdown che potrebbero infastidire lo spettatore.

Tra i film usciti nel mese di novembre questo è quello che mi sento di consigliare di meno. Da amante del genere horror sono rimasto un pò deluso da Countdown, anche se le mie aspettative non erano altissime.

Voto:3/5