Robin Hood – L’origine della legenda

 Paese      USA
 Lingua      inglese
 Anno      2018
 Durata      116 min

Robin Hood – L’origine della legenda è il nuovo film diretto da Otto Bathurst e uscito nelle sale italiane il 22 novembre 2018.   Nel cast oltre a Taron Egerton, diventato famoso per Kingsman-Secret Service e Eddy The Eagle- Il coraggio della follia, troviamo anche Jamie Foxx, noto al grande pubblico per pellicole come Ray del 2004 che gli è valso un Oscar come miglior attore, Collateral dello stesso anno, Miami Vice del 2006 e Django Unchained del 2012 e Jamie  Dornan, attore reso famoso dalla pellicola Cinquanta sfumature di grigio, alla quale sono seguiti Cinquanta sfumature di Nero e Cinquanta sfumature di Rosso.

Robin Hood-L’origine della legenda è ambientato nel 1300. Robin di Loxley  è un giovane che viene chiamato dallo sceriffo di Nottingham a combattere per l’Inghilterra la terza crociata. Insieme ai suoi commilitoni si trova a doversi difendere dal fuoco di una balestra automatica. Gli viene chiesto di abbatterla, ma si imbatte in un abile arciere e guerriero che, senza il  prezioso salvataggio da parte del suo capitano Guy tagliandogli una mano, probabilmente sarebbe morto. Poi quando il figlio del prigioniero rischia di essere ucciso, Robin si mette in mezzo per cercare di salvarlo. Una volta tornato in Inghilterra, parlando con la sua ex Marian, scopre che è stato dato per morto. Nel frattempo lei  si è trovata un nuovo compagno di nome Will.  Robin, stanco dei soprusi da parte dello Sceriffo , decide insieme a John  decide di mettere  in atto una vendetta contro lo sceriffo. Per tutti ora è Robin Hood che ruba a i ricchi per dare ai poveri.

Nel corso degli anni ci sono stati molti film su Robin Hood. Addirittura il primo nel 1922. Ci fu anche una versione italiana del 1971 dal titolo L’arciere di fuoco, con Giuliano Gemma nei panni del protagonista. La produzione era italo-franco-spagnola.  Comunque le versioni cinematografiche che il pubblico ricorda sono: quella Disney del 1973 dove il protagonista era interpretato da una volpe e Little John da un Orso, quella del 1991 con Kevin Costner nei panni di Robin Hood e Morgan Freeman in quelli di John e la più recente, del 2010 con Russel Crowe e Cate Blancett.  Ci fu anche una parodia dal titolo Robin Hood-Un uomo in calzamaglia del 1993 diretta da Mel Brooks.

Robin Hood-L’Origine della Legenda  riprende alcune cose da Robin Hood- Principe dei ladri del 1991 come ad esempio: 1) il protagonista che viene mandato a servire l’Inghilterra come soldato durante le crociate e 2) al suo ritorno in patria si ritrova a combattere lo sceriffo di Nottingham al fianco di un uomo di colore conosciuto qualche anno prima durante le crociate.  Certo il film uscito 27 anni fa resta un capolavoro inimitabile.  Di Robin Hood-L’Origine della legenda ho apprezzato la scelta del cast e la trama. Forse poteva essere sviluppata meglio la storia di Robin però nella pellicola ci sono molti lati positivi diversamente da ciò che pensa la critica americana e  una parte di quella italiana. Oltre Oceano pensano che l’unico attore degno di nota sia Mendelsohn che interpreta lo sceriffo di Nottingham, l’incontro tra Little John e Fra’ Tack  sembra essere preso da una scena post-credits di un film Marvel. In Italia, secondo il quotidiano La Repubblica Robin Hood sembra Batman, secondo Il Giornale un povero saltimbanco, secondo Francesco Alò del Messaggero un eroe per bambini.  Io invece non sono così negativo e consiglio di andarlo a vedere al cinema.

Voto:3/5

 

 

 

Red Zone 22 miglia di fuoco il nuovo action-thriller con Mark Wahlberg

 

 Paese      USA
 Lingua      Inglese
 Anno      2018
 Durata     94 min

Red Zone 22 miglia di fuoco è il nuovo film diretto da Peter Berg, regista di pellicole come Battleship, Lone Survivor, Boston:Caccia all’uomo, e uscito nelle sale italiane il 15 novembre 2018.  Nel cast oltre a Mark Wahlberg, ci sono anche John Malkovich, diventato famoso grazie a pellicole come Le relazione pericolose, Essere John Malkovich, La maschera di ferro, Red e Lauren Cohan, nota al grande pubblico per le sue interpretazioni in film come Casanova, Death Race 2, The Boy, ma soprattutto per il ruolo di Maggie Rhee nella serie tv The Walking Dead

La pellicola è ambientata in Indonesia. Qui si trova James Silva insieme alla sua squadra dell’intelligence americana, alla ricerca di una partita di cesio radioattivo.  Ad un certo punto si consegna a loro Li Noor, agente delle forze speciali locali e informatore di Alice, che è a conoscenza di segreti che potrebbero sventare attacchi terroristici  in tutto il mondo.  Il percorso fino all’aeroporto più vicino è pieno di ostacoli. James e la sua squadra dovranno vedersela con squadre d’assalto e nemici pronti a tutto pur di riavere il traditore. Ad aiutarli, il comando tattico chiamato Overwatch, che si trova a migliaia di chilometri di distanza e che è guidato dall’Alfiere.  Riusciranno a raggiungere in tempo l’aereo che dovrà scortare Li Noor negli USA salvando la vita di milioni di persone?

Questa volta il connubio Berg/Wahlberg non ha funzionato alla perfezione. La trama non spicca per originalità.  In Red Zone 22 miglia di fuoco, la Red Zone, squadra composta da gente che non esiste ma che può cambiare il destino del mondo sembra essere qualcosa di già visto al cinema. Non è un capolavoro del cinema d’azione ma un buon film.  Prima dell’uscita di questa pellicola nei cinema, il regista Peter Berg e Mark Wahlberg hanno annunciato che potrebbe far parte di una trilogia, quindi aspettiamoci nei prossimi mesi notizie sull’inizio delle riprese del sequel. 

Se siete amanti del cinema action o fan di Mark Wahlberg o John Malkovich vi consiglio la visione di Red Zone 22 miglia di fuoco. Ovviamente andate a vederlo senza avere grosse pretese. 

Voto:3/5

 

 

 

First Man – Il primo uomo il nuovo film con Ryan Gosling

 Paese      USA
 Lingua     Inglese
 Anno      2018
 Durata     141 min

First Man -Il primo Uomo è il nuovo film diretto da Damien Chazelle, regista di pellicole come Whiplash del 2015 e  La La Land del 2017.  Nel cast oltre a Ryan Gosling troviamo anche Jason Clarke, noto al grande pubblico per aver preso parte a pellicole come Nemico Pubblico con Johnny Deep, Wall Street – Il Denaro non dorme mai e Il grande Gatsby

First Man – Il primo Uomo inizia con la morte della figlia di Neil Armstrong per un tumore al cervello. Questo tragico evento lo spinge a prendere parte al progetto Gemini, il secondo programma di volo umano intrapreso dagli Stati Uniti il cui scopo era sviluppare tecniche necessarie per affrontare viaggi spaziali avanzati. Nel 1962 entra alla NASA e quattro anni più tardi partecipa al primo esperimento di viaggio sulla Luna. La missione non va come ci si aspettava e l’equipaggio è costretto a tornare sulla Terra. Dopo di questo, seguiranno altri problemi che purtroppo si riveleranno fatali.  Nel 1969 partecipa alla missione di sbarco sulla Luna, insieme a Michael Collins e Buzz Aldrin. L’allunaggio dell’Apollo 11 avviene il 20  luglio del 1969. 

Grande interpretazione da parte di Ryan Gosling che per la seconda volta si trova a lavorare con il regista Damien Chazelle. First Man – Il primo Uomo è uno dei film candidabili agli Oscar del 2019.  Mi stupirebbe se l’Accademy decidesse di escluderlo dalle nomination.  Ho apprezzato la scelta del cast e della la sceneggiatura. Damien Chazelle ci mostra anche i momento che Neil Armstrong passa con la famiglia prima di intraprendere la missione che entrerà nella storia. La pellicola è stata presentata in anteprima al Festival del Cinema di Venezia il 29 agosto e al Toronto International Film Festival. Il regista Damien Chazelle in merito alle critiche rivolte alla pellicola ha ribadito: ” Il mio obiettivo di questo film era di condividere il non visto, gli aspetti meno conosciuti della missione. In particolare la storia personale di Neil Armstrong e di ciò che ha pensato o sentito durante quelle celebri ore“.

Voto:3,5/5